Cosa fare in caso di danno a un’auto parcheggiata?

Di , scritto il 30 Maggio 2017

Quali sono le procedure da seguire per ottenere un risarcimento nel caso si trovino dei danni sulla propria auto parcheggiata?

Una brutta sorpresa, che prima o poi può capitare a tutti: scoprire un graffio o un’ammaccatura – o addirittura un danno più grave – sulla propria auto parcheggiata. Nessun biglietto con scuse o contatti, nessun indizio su chi possa essere il colpevole.  Passata l’arrabbiatura o lo sconforto iniziale, che fare?

In questi casi, la possibilità di ottenere un risarcimento è legata sia al tipo di danno subito, sia alle garanzie accessorie della propria assicurazione. Vediamo come procedere.

Danno auto parcheggiata: la denuncia contro ignoti

In questi casi la prima cosa da fare è sporgere denuncia contro ignoti, recandosi in una stazione di Polizia o dei Carabinieri. Per la denuncia si dovranno fornire alle forze dell’ordine le proprie generalità e tutti i dati relativi al veicolo (modello, targa, assicurazione); inoltre sarà necessaria una descrizione dettagliata del danno subito e del luogo dove era posteggiata l’auto.

I Carabinieri o la Polizia rilasceranno una copia della denuncia, che dovrà essere conservata al fine di poter ottenere un risarcimento nel caso fosse individuato il colpevole. Si tratta comunque di una possibilità abbastanza remota, a meno che non ci siano indizi evidenti o un provvidenziale testimone oculare che, se il danno fosse stato compiuto da un altro veicolo, abbia avuto la prontezza di leggere ed annotare la targa.

Ottenere il risarcimento con la propria assicurazione

Dopo aver sporto denuncia, si potrebbe cercare di ottenere il risarcimento attraverso la propria compagnia assicurativa. Purtroppo, se si è soltanto sottoscritta la semplice Rc auto obbligatoria, non si potrà far molto: questa infatti non copre un evento come il danneggiamento di un’auto parcheggiata. L’unica possibilità è l’individuazione del colpevole, che come abbiamo detto è un’eventualità molto rara: se però si riuscisse nell’impresa, ci si potrà rivalere sulla compagnia assicurativa del responsabile.

Diversa la situazione se invece si sono aggiunte alla propria polizza anche delle garanzie accessorie, spendendo un po’ di più ma garantendosi una copertura maggiore. Basterà infatti presentare la copia della denuncia e sarà poi la compagnia, dopo aver fatto una stima del danno, ad erogare il rimborso. Ma quali garanzie sono d’aiuto in caso di danni a un’auto posteggiata?

La polizza Atti Vandalici coprirà il danno solo se questo è stato compiuto con un oggetto, come una chiave o una bottiglia, ed in generale se si è vittima di un dispetto o un danneggiamento volontario. Si beneficerà invece della copertura di una polizza cristalli se il danno riguarda i vetri della propria auto (parabrezza, lunotto o finestrini laterali).

Se però la propria auto fosse stata colpita da un altro veicolo, mentre questo era in marcia o manovrava per uscire dal parcheggio, l’unica polizza che garantisce il risarcimento è la Kasko, che copre qualsiasi danno subito indipendentemente dal modo in cui è stato procurato. È in questi casi che si apprezzano i vantaggi di una polizza così completa, che ovviamente può prevedere un costo anche molto elevato, a seconda della tipologia di veicolo e delle caratteristiche dell’assicurato.

Il Fondo Vittime della Strada può intervenire in questi casi?

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada interviene per danni commessi da veicoli non identificati o non assicurati. Si potrebbe quindi pensare di rivolgervisi per ottenere un risarcimento anche nell’eventualità oggetto del nostro articolo, ma purtroppo non è così.

Il Fondo infatti interviene solo per il risarcimento di danni alle persone, oppure per danni a cose superiori a 500 euro, ma solo se il sinistro ha provocato anche lesioni alle persone. Non rientra quindi nella competenza del Fondo l’evento di un danno subito da un’auto parcheggiata. L’unica strada quindi, se si è sottoscritta solo la Rc auto obbligatoria, resta quella dell’individuazione del colpevole.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009