Renault Clio Costume National: allestimento speciale “alla moda”

Di , scritto il 01 Aprile 2014

Clio Costume NationalRenault Clio ha annunciato il nuovo allestimento Costume National, edizione speciale caratterizzata da nuove dotazioni tecnologiche e soprattutto da particolari finiture estetiche.

Renault Clio Costume National nasce dalla partnership con l’omonima casa di moda italiana, ed è proprio da quest’ultima che riprende alcune particolari soluzioni stilistiche, adottate sia sulla carrozzeria che nell’abitacolo. Esternamente, la Clio Costume National si differenzia per la presenza di finiture grigie (colore tipico dell’azienda) su profilo del portellone, protezioni laterali, e cerchi in lega (opzionali) da 16 e 17 pollici, cromature alle guarnizioni dei vetri laterali e ai fendinebbia anteriori, calotte degli specchietti retrovisori che riprendono la trama di un tessuto Costume National (la stessa trama è adottabile anche per il tettuccio). Sulla stessa falsariga anche gli interni, con le solite finiture grigie sul volante e alle bocchette di areazione, e il cambio in pellame di vitello laminato  tridimensionale. Dal punto di vista tecnologico è da segnalare l’adozione della telecamera posteriore, di ausilio al parcheggio. L’allestimento è disponibile sia sulla berlina che sulla Sporter station wagon, con le possibili motorizzazioni benzina 1.2 da 75 CV (solo per la berlina), TCe da 90 CV, e diesel 1.5 dCi da 75 CV e 90 CV.

Renault Clio Costume National è stata prodotta con una tiratura limitata, ed è già ordinabile nelle possibili colorazioni Bianco Ghiaccio, Grigio Cassiopea e Nero Etoilé. Il listino prezzi parte dai 15.550 euro per la berlina con motore 1.2 da 75 CV, fino ai 18.300 euro per la Sporter 1.5 dCi da 90 CV.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009