BMW Serie 2 Active Tourer: arriva una monovolume anche in casa BMW

Di , scritto il 03 Luglio 2014

BMW Serie 2 Active TourerSi avvicina un momento storico per la BMW: sta infatti per arrivare sul mercato la prima monovolume del marchio tedesco, che prende il nome di BMW Serie 2 Active Tourer.

Una monovolume in casa BMW costituisce una piccola rivoluzione, ma l’intenzione è quella di non snaturare le principali peculiarità della casa automobilistica di Monaco. Questa tipologia di vettura, al giorno d’oggi molto importante sul mercato automobilistico, porta con sé caratteristiche quali la versatilità, la comodità, la maneggevolezza, la predisposizione a un utilizzo sia familiare che lavorativo; dal canto suo, BMW vi abbinerà tutti quegli aspetti che hanno fatto la storia del marchio: eleganza estetica, sportività nel look e nelle dotazioni, eccellenza nei materiali utilizzati. BMW Serie 2 Active Tourer si basa sulla piattaforma della Mini, ha una lunghezza di 4.34 metri con un passo di 2.67 metri, e un abitacolo molto comodo e spazioso, con un bagagliaio dalla capacità variabile tra i 468 e i 1.510 litri. Altra novità assoluta è la presenza della trazione anteriore, e sarà introdotta in un secondo momento anche la xDrive a trazione integrale. Il parco motori sarà inizialmente costituito da tre unità: 1.5 turbobenzina da 136 CV sulla 218i, 2.0 turbobenzina da 231 CV sulla 225i, e 2.0 diesel da 150 CV sulla 218d. In seguito si aggiungeranno la 220i da 192 CV e la 220d da 190 CV.

La produzione della BMW Serie 2 Active Tourer è già stata avviata negli stabilimenti di Lipsia. I prezzi varieranno tra i 27.200 e i 39.950 euro, e il primo mercato a vederla nelle concessionarie sarà naturalmente quello tedesco.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009