Alfa Romeo Giulia GTA: il non plus ultra della sportività su una berlina

Di , scritto il 04 Marzo 2020

Quando sentiamo pronunciare l’acronimo GTA (Gran Turismo Alleggerita) riferito a una vettura Alfa Romeo, sappiamo che siamo davanti a un modello sportivo per eccellenza. La prima fu la Giulia GTA del 1965. L’ultima in ordine di tempo è l?attuale Alfa Giulia GTA, una serie limitata di 500 esemplari certificati e numerati, che potremmo definire come delle “super-berline” nate dalla Giulia Quadrifoglio. Esiste anche un allestimento GTAm ancora più estremo, a due posti, con roll-bar e cinture a 6 punti. Tutto questo per celebrare a dovere i 110 di vita della casa Alfa Romeo.

Potenza e leggerezza sono le sue principali caratteristiche della nuova Giulia GTA: il nuovo modello pesa infatti 100 chilogrammi in meno rispetto alla Giulia Quadrifoglio che conosciamo – che si traduce in un rapporto peso/potenza di 2,82 kg/CV, a dir poco straordinario. Sotto il cofano lo stesso motore, ovvero un V6 biturbo di cilindrata 2.9, che sviluppa 540 CV (ben 30 CV in più della Quadrifoglio). La potenza che ne deriva è eccezionale: da 0 a 100 km/h in appena 3,6 secondi.

Dal punto di vista tecnico sono mutate molte cose perciò che concerne l?aerodinamica, l?assetto e l?handling. Tanto per incominciare, le carreggiate sono più larghe di 50 mm rispetto al passato. Lo scarico è in titano (by Akrapovi?) e integrato nel diffusore posteriore in fibra di carbonio. Cosa insolita per una berlina, i cerchi sono da 20 pollici e monodado.

Per i fortunati acquirenti di questo modello è stata sviluppata una customer experience esclusiva, con un processo di vendita one-to-one e un experience package dedicato.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009