La scatola nera potrebbe diventare obbligatoria sui veicoli

Di , scritto il 04 Aprile 2016

scatola neraSi discute sulla possibilità di rendere obbligatoria l’installazione della scatola nera sui veicoli, ma quali sono le conseguenze per gli automobilisti?

La scatola nera potrebbe diventare obbligatoria e quindi essere presente su tutti i veicoli in circolazione sulle strade, a prescindere dalla compagnia o dalla formula assicurativa prescelta. La decisione di rendere obbligatoria la scatola nera fa parte delle proposte inserite nell’ultimo disegno di legge Concorrenza, attualmente all’esame della commissione Industria del Senato. La conferma arriva dal senatore Luigi Marino che consiglia di mantenere la calma fino a quando non saranno rese pubbliche le condizioni e le procedure per l’applicazione del provvedimento.

La proposta infatti ha già messo in allarme gli automobilisti e le associazioni a difesa dei consumatori che temono delle pesanti ripercussioni sui costi, in modo particolare per le operazioni di installazione e manutenzione. Infatti, le compagnie assicurative da sempre a favore dell’introduzione di questo dispositivo, chiedono da tempo che i costi di installazione siano a carico degli automobilisti. L’altra questione scottante riguarda lo sconto generalizzato sui premi connesso alla obbligatorietà. Dunque, se l’installazione della scatola nera diventasse obbligatoria ci sarebbero subito diverse questioni da affrontare.

Scatola nera obbligatoria: la situazione attuale
La scatola nera altro non è che un dispositivo elettronico, dotato di rilevatore Gps, che consente di monitorare gli spostamenti del veicolo, lo stile di guida e quindi anche le dinamiche reali in caso di sinistro, così come accade ad esempio in caso di incidenti aerei o marittimi. Per questa ragione la scatola nera da installare sull’auto è stata considerata da molti automobilisti come una valida soluzione per tutelarsi in caso di sinistri, di furto o ancora in caso di incidenti stradali.

A favorire l’adozione di questa soluzione tra gli automobilisti hanno anche contribuito tutte le agevolazioni e sconti sui costi della polizza assicurativa. La situazione potrebbe però cambiare se la proposta di rendere obbligatoria la scatole nera venisse accettata dal Senato. Infatti se tutti gli italiani dovessero dotarsi di una scatola nera sarebbero costretti a sostenere annualmente 75 euro in più per i costi di gestione, così come chiedono le compagnie assicurative. Al momento gli sconti offerti dalle assicurazioni hanno spinto molti italiani a dotarsi di questo dispositivo, passando dall’11.2% del 2013 al 15.8% del 2014.

Le ultime novità
La possibilità di rendere le scatole nere obbligatorie è stata affiancata anche da un’altra proposta che prevede l’installazione del dispositivo su tutti i veicoli. Secondo il senatore Marino, l’obbligo della scatola nera è ormai certo per le vetture nuove immatricolate di recente, anche se resta ancora da definire con esattezza la procedura da seguire e i costi. La vera questione da affrontare sarà invece la gestione delle auto al momento in circolazione.

La questione non è infatti risolvibile con la semplice approvazione di una legge che obblighi gli italiani ad adottare questo dispositivo perché occorre rapportare il tutto al contesto europeo. Infatti bisognerà valutare anche il modo in cui rendere compatibile dell’eventuale decreto legislativo italiano con le norme dell’Unione europea.

Sole le direttive europee possono fornire indicazioni sulle tipologie di dispositivi obbligatori per i veicoli: per questa ragione nell’ultimo decennio sono stati introdotti apparecchi di sicurezza come Abs, Esp e chiamata soccorsi automatica in caso d’incidente. Tra le ultime novità Ue in materia di sicurezza stradale rientrano anche ad esempio i sistemi di frenata automatica, allarme in caso di cambio di corsie involontario e cruise control, ma nulla è stato detto sulle scatole nere.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009