Test Microcar: EuroNCAP boccia la sicurezza

Di , scritto il 07 Aprile 2016

microcarNessun dubbio sull’agilità delle microcar e sulla comodità di possederne una per chi circola in città. Il parcheggio è garantito e anche muoversi nel traffico è più semplice. Purtroppo riguardo ai crash test l’ente EuroNCAP ha da ridire e boccia la sicurezza. Gli esiti negativi hanno riguardato quattro modelli tra i più diffusi in Europa (Aixam Crossover GTR, Bajaj Qute, Chatenet CH30 e N.Go Family) e la dura sentenza è che la protezione non è adeguata a tutelare i passeggeri in caso di sinistro.

Le microcar, i quadricicli pesanti che possono essere guidati con patente B1, devono rispettare alcune caratteristiche previste dalla legge, che riguardano il peso (massimo 400 chili), la potenza erogata, che non può superare i 15 kW e la velocità (non oltre gli 80 km/h). Nonostante ciò, specie in Italia –come già avviene per le moto- il motore viene truccato e ciò aumenta i pericoli potendo aggravare le conseguenze di un incidente.

I crash test effettuati dall’EuroNCAP sono di tre tipi: uno frontale, uno laterale e uno per valutare la protezione e la sicurezza degli adulti. Per il primo, è stata utilizzata una barriera deformabile, contro la quale è stata pilotata la microcar alla velocità di 50 km/h; nel secondo, un carrello ha urtato la fiancata del veicolo alla stessa velocità e nell’ultimo test, la valutazione complessiva è stata fornita da un algoritmo.

Tutte le microcar testate hanno dato scarsi risultati riguardo alla sicurezza: la colpa secondo l’EuroNCAP è da attribuire alle scarse dotazioni protettive, perché a quanto pare, la maggior parte delle vetture, offre solo le cinture di sicurezza di serie e quasi mai l’airbag. Tuttavia il mercato delle microcar è in espansione (siamo passati dai 2.035 modelli venduti nel 2014 ai 2.577 del 2015) e questo amplifica l’allarme richiamando le case produttrici a prestare attenzione alle dotazioni e ad introdurre adeguati sistemi di sicurezza.

Protezione Microcar: i risultati dei test
La prima vettura sottoposta ai test EuroNCAP è Aixam Crossover GTR, che ha ottenuto una sola stella dorata su cinque e ha dato i risultati peggiori in quanto a protezione dei passeggeri. La struttura di Bajaj Qute invece ha ceduto dopo l’impatto frontale, mentre la CH30 ha ottenuto due stelle guadagnando il miglior risultato microcar per la sicurezza dei passeggeri. N.Go Family infine, ha dimostrato di possedere cinture non proprio affidabili, l’airbag presente inoltre non si è gonfiato del tutto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009