Motorshow 2010: Peugeot tra ibrido, diesel ed elettrico

Di , scritto il 07 Dicembre 2010

Al padiglione Peugeot, viene esposta per la prima volta la concept car EX1, il prototipo della casa del Leone che si presenta come una biposto da 340 cavalli, totalmente elettrica, e che ha ottenuto una serie di record internazionali. Ma Peugeot per il Motorshow ha puntato molto anche su vetture diesel e sulle ibride, oltre che sulle elettriche.

La regina delle ibride è sicuramente la Peugeot 3008, che allo stand potrete ammirare nella sua versione “tagliata a metà”, per scoprire come funziona l’ibrido sviluppato dalla casa francese. La 3008 Hybrid4, è la prima auto ibrida diesel che sarà commercializzata nella seconda metà del 2011 e sarà equipaggiata da un 2.0 HDi da 163 cavalli e da un motore elettrico che recupera energia in decelerazione e la trasforma in potenza in accelerazione per le ruote posteriori. In questo modo, la Peugeot 3008 Hybrid4 può vantare la più ecologica trazione integrale sul mercato.

Fa la sua bella presenza allo stand anche la Peugeot 207 Special Edition, disponibile sia in versione berlina che in quella station wagon. Questa vettura si caratterizza per la dotazione di serie di uno smartphone incluso (Nokia X6 8GB) e la possibilità, per chi la acquista, di personalizzarla grazie a 3 kit speciali. La 207 Special Edition è commercializzata con quattro propulsori, due a benzina e due a diesel.

Grande attenzione è riservata alla anteprima nazionale della Peugeot 508, in versione berlina e Station Wagon. La nuova vettura francese ha uno stile moderno ed elegante e monterà motori benzina 1.6 da 120 cavalli e un THP da 156 cavalli. Per quanto riguarda i diesel, vi sono un 1.6 da 112 cavalli e un 20 da 140 cavalli.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009