Auto usate +100%

Di , scritto il 09 Ottobre 2012

Per molti anni la Fiat è stata onore e orgoglio per le migliaia di persone che in questa azienda lavoravano, da nord a sud del paese, ma anche il simbolo di un’economia italiana in grado di essere forte e competitiva anche a livello internazionale.

Oggi queste affermazioni possono sembrare solo un ricordo nostalgico soprattutto per i tanti operai, da Mirafiori e Termini Imerese che aspettano da anni il rinnovo di un contratto che non arriva. Nel frattempo, anche il Governo sembra non essere del tutto soddisfatto dal piano industriale proposto da Marchionne. Le immatricolazioni scendono, il mercato delle auto nuove registra perdite molto rilevanti e anche le quotazioni in borsa del marchio automobilistico segnalano questo trend tutt’altro che positivo.

Secondo le affermazioni del ministro Passera, il nuovo piano industriale proposto da Fiat non ha saputo cogliere le esigenze del momento, non ha puntato sull’evoluzione e non ha proposto nuovi modelli in grado di concorrere con le proposte delle altre case automobilistiche.

Risultato? Negli ultimi anni il numero delle auto vecchie, immatricolate quindi più di 20 anni fa, è quanto meno raddoppiato. Il mercato dell’usato segnala quindi dei dati positivi, soprattutto ora che gli incentivi per la rottamazione sono esauriti. Ecco quindi che chi ha intenzione di acquistare un’auto si rivolge per prima al web, confrontando dati e prezzi. Vi segnaliamo il portale AutoScout24 dove alla pagina prezzi auto usate e quotazioni auto usate è possibile verificare subito il valore della propria vettura.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009