Noleggio lungo termine km illimitati: esiste davvero?

Di , scritto il 10 Maggio 2019
Noleggio lungo termine

Negli ultimi tempi, sempre meno persone sentono l’esigenza di acquistare automobili, visto l’elevato dispendio di denaro che richiedono, non solo in fase di acquisto, ma anche di mantenimento. Tuttavia, l’auto è un bene irrinunciabile, soprattutto in Italia, dove i mezzi di trasporto pubblici sono ancora poco efficienti.

Fortunatamente, da qualche anno è possibile risolvere tale increscioso problema, scegliendo il noleggio a lungo termine, una formula di abbonamento mensile, che permette di usufruire di una vettura, ma senza dover spendere soldi per la manutenzione e l’assicurazione.

Prevede la stipula di un contratto, che, normalmente va da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 60 mesi, il cui canone varia a seconda dei chilometri che si prevede di effettuare, della casa produttrice e del tipo di vettura scelto (berlina, ammiraglia, utilitaria).

Tale soluzione è estremamente vantaggiosa, in quanto, oltre al versamento della rata mensile fissa, non è necessario spendere nulla, fatta eccezione per il carburante. Tuttavia, uno degli aspetti che spaventa maggiormente gli automobilisti che vogliono usufruire di questa formula di noleggio è la prospettiva di superare il chilometraggio annuo stabilito.

Come risolvere il problema del chilometraggio?

Non tutti gli automobilisti sanno effettivamente quanta strada percorreranno in un anno. Ciò vale soprattutto per coloro che si devono spostare spesso per lavoro. Inoltre, è possibile che le esigenze di mobilità mutino da un momento all’altro, a causa di imprevisti o di necessità improvvise. Viene, quindi, da chiedersi se sia disponibile l’opzione di noleggio senza anticipo km illimitati.

Di fatto, non esiste tale soluzione. Tuttavia, si può ovviare a questo problema inserendo nella formula di contratto un limite di chilometraggio molto elevato, in modo da non avere grossi pensieri al riguardo. Infatti, di norma, i contratti prevedono un chilometraggio di 48.000 km, 60.000 km, 80.000 km o 100.000 km. Tuttavia, in caso di necessità, il locatario può arrivare a richiedere fino a 200.000 km. Si tratta di una cifra importante, quasi impossibile da superare, poiché vorrebbe dire percorrere in media 547 km al giorno.

É possibile cambiare le condizioni di contratto in corso d’opera?

La formula di noleggio a lungo termine ha il vantaggio di essere estremamente flessibile. Per tanto, nel caso in cui in fase di utilizzo ci si accorga che si sta andando a superare i chilometri pattuiti da contratto, non è necessario preoccuparsi, poiché basta contattare la società di noleggio a cui ci si è rivolti e chiedere di aumentare il chilometraggio.

Chi non si accorge, invece, di aver superato il percorso annuale stabilito va incontro ad un esubero chilometrico. Di norma, ciò comporta dei costi aggiuntivi, che devono essere versati. Tuttavia, nel contratto viene riportata una voce apposita, in cui vengono specificate le conseguenze a cui si va in contro in queste circostanze.

Per tanto, prima di firmare il contratto per il noleggio a lungo termine di una vettura, è importante leggere tutte le condizioni riportate. Solitamente, per ogni chilometri extra è necessario versare da un minimo di 0,12 euro/km fino ad un massimo di 0,16 euro/km, a seconda della società di noleggio.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009