Dacia Spring: le novità del crossover elettrico

Di , scritto il 12 Aprile 2021
Dacia Spring

Dacia Spring è una city car 100% elettrica adatta sia per la città sia per i percorsi extraurbani per la sua versatilità e praticità. È un crossover EV che riduce al minimo l’impatto sull’ambiente e attualmente tra i più convenienti sul mercato.

L’interno è spazioso e ben equipaggiato: generalmente spartano nelle plastiche e nei materiali ma con qualche accorgimento volto a renderlo moderno e più colorato oltre che tecnologico. Vediamo alcuni dati tratti dalla scheda tecnica:

  • Lunghezza 373 cm.
  • Il bagagliaio offre una capacità di 300 litri.
  • Autonomia di 230 km nel ciclo WLTP per uso urbano e di 305 km per uso suburbano.
  • Capacità della batteria da 27,4 kWh e tempo di ricarica pari a 4 ore e 51 minuti.
  • Fari a LED affilati.
  • Manopola di semplice utilizzo (al posto della leva del cambio) che ruota su tre posizioni: D (marcia avanti), N (folle) e R (retromarcia). 
  • Radio Dab (con presa USB).
  • Controllo da remoto con l’app MY Dacia.
  • Portaoggetti con capienza 23,1 litri.
  • Potenza 45 CV.
  • Velocità massima: 125 km/h (100 km/h in ECO).
  • Frenata d’emergenza automatica (attiva a partire da 7 km/h).

Dacia Spring è disponibile in questi giorni in preordine a un prezzo di 9.460 euro in caso di rottamazione e grazie agli incentivi statali in vigore. Altrimenti si parla di rate a partire da 89 euro al mese con un anticipo di 1.000 euro oltre agli oneri finanziari (TAN 4,49% e TAEG 6,63%).

2 commenti su “Dacia Spring: le novità del crossover elettrico”
  1. Martin ha detto:

    Interessante e ad un prezzo veramente alla portata di tutti

  2. Carola ha detto:

    Donne e moti? Si, io le adoro! Bell’articolo!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009