Soccorso stradale: di cosa si tratta?

Di , scritto il 13 Maggio 2019
soccorso stradale

Purtroppo, anche nella vita dell’automobilista, il pericolo è dietro l’angolo: come sappiamo, infatti, può capitare che la nostra auto vada in panne proprio nel momento del bisogno e in qualsiasi circostanza.

Cosa fare, allora, quando ci ritroviamo letteralmente mollati per strada, con il motore spento e con un posto riservato nella corsia d’emergenza?

La risposta è semplice: chiamare chi si occupa di soccorso stradale.

Vediamo allora come risolvere questa spiacevole situazione e come evitare di passare di male in peggio.

Che cos’è il soccorso stradale?

Chi si occupa di soccorso stradale, altro non fa che proporre una soluzione a un problema della vita quotidiana.

Che si tratti di strade urbane, extraurbane o autostrade, i professionisti del soccorso stradale garantiscono un servizio H24 che garantirà immediato aiuto ad automobilisti bisognosi.

Il soccorso stradale può essere raggiunto chiamando un numero reperibile tranquillamente sul web o usando le colonnine SOS presenti nella corsia di emergenza.

Questo servizio vi permetterà di rimuovere i veicoli fermi dalla strada in un tempo effettivamente breve attraverso l’impiego di un carroattrezzi. La procedura ha due importanti vantaggi, ovvero mettere in sicurezza la strada, sgomberandola, e portare l’auto in avaria in un deposito vicino dove potrà essere riparato e custodito.

Quali operazioni può effettuare il soccorso stradale?

Dato che esistono tanti e variegati motivi che causano il malfunzionamento di un’auto ed esistono tanti modelli diversi di veicoli, esistono tantissime operazioni che un carroattrezzi del soccorso stradale.

Tra i più diffusi, ci sono:

  • Traino (con barra o caricato)
  • Traino sollevato (con funi o cavi, quando il veicolo è danneggiato davanti, nella sezione di guida o degli assiali)
  • Recupero (ovvero una rimessa in posizione di marcia quando l’auto esce fuori strada o si ribalta)

A chi affidarsi per il soccorso stradale?

Come è facile immaginare, il mondo del soccorso stradale offre tantissime realtà a cui affidarsi.

Si tratta di servizi attivi 24 ore su 24, sia nei giorni feriali che festivi, sia di giorno che di notte.

La sola differenza è legata dalla zona in cui si è fermata la vostra auto.

Se siete in autostrada, potranno operare solo gli enti autorizzati dal proprietario della strada; se l’auto non intralcia il traffico in strade normali è possibile chiamare il carroattrezzi senza necessità alcuna autorizzazione dell’ente proprietario della strada (se invece è di disturbo al traffico, bisognerà essere autorizzati dall’ente specifico).

Se il problema non è un’avaria, ma un incidente, si dovrà chiamare le forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri e Vigili del fuoco).

Soccorso stradale: quali sono i costi?

Domandarsi quanto costano i servizi di soccorso stradale, è una domanda più che legittima.

I gestori del soccorso stradali sono diversi, ma i costi sono simili perché ci sono tariffe standard che vengono stabilite dall’ANCSA, ovvero l’Associazione Nazionale Centri Soccorso Autoveicoli, e tutti comunque si basano sul livello di prezzi stabiliti dall’Aci che sono di 115,40 euro per l’orario diurno e di 138,40 nei festivi e in orario notturno.

In ogni caso, anche se i prezzi e i servizi offerti possono sembrare simili, è sempre meglio avere un punto di riferimento affidabile e di comprovata esperienza da contattare in caso di necessità. Il suggerimento è Soccorso Stradale 24, operante su tutta la zona di Roma.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009