SHELL STARSHIP: efficienza energetica su quattro ruote

Di , scritto il 13 Giugno 2018

E’ ARRIVATO STARSHIP, il VEICOLO DEL FUTURO PER IL TRASPORTO MERCI

SHELL STARSHIP

Shell e airflow truck company hanno realizzato un TRUCK che garantisce un netto miglioramento dell’efficienza energetica. Nel suo primo viaggio coast-to-coast attraverso gli stati uniti, STARSHIP ha registrato un miglioramento del 248% dell’efficienza.

Milano, 12 giugno 2018 – Shell Lubricants e AirFlow Truck Company presentano Starship, un nuovo mezzo di trasporto merci a elevata efficienza in termini di consumo di carburante.

Il truck di nuova generazione – dotato di un motore a 6 cilindri da 400 cavalli e di una coppia di 2508 newton per metro – è stato progettato e costruito dalle due società per dimostrare come, attraverso l’applicazione e l’utilizzo delle più moderne tecnologie, anche nel settore del trasporto merci è possibile ridurre significativamente l’impiego di energia.

“Il trasporto rappresenta più di un quarto del consumo totale di energia a livello mondiale ed è responsabile di un quinto delle emissioni globali di anidride carbonica. Il 72% di queste emissioni è imputabile al trasporto su strada e, nella maggior parte dei casi, proprio ai camion. Migliorare l’efficienza e il consumo di carburante nel settore del trasporto commerciale consentirebbe, pertanto, di effettuare numerosi passi in avanti nella riduzione di CO2”, ha affermato Robert Mainwaring, Technology Manager for Innovation di Shell Lubricants.

Starship è un camion di classe 8[1], la cui motrice ha un design 100% aerodinamico ed è realizzata in fibra di carbonio, così come le carenature laterali, il cofano e la parte anteriore.

Il mezzo utilizza l’olio lubrificante Shell Rotella (commercializzato in Nord America) di ultima generazione, prodotto specifico per veicoli pesanti caratterizzato da bassa viscosità e completamente sintetico. L’uso di oli completamente sintetici e una tecnologia di additivazione avanzata, infatti, forniscono una protezione contro l’usura, i depositi e la degradazione dell’olio. La viscosità inferiore, invece, offre una migliore efficienza dei consumi rispetto al tradizionale SAE 15W-40.

SHELL STARSHIPLa tecnologia di lubrificazione ha la stessa viscosità di Shell Rimula Ultra E+ (commercializzato in Europa) e viene testata dagli OEM di tutto il mondo.

Shell crede fermamente che instaurare rapporti di collaborazione e di co-ingegneria sia imprescindibile per l’effettiva riduzione delle emissioni di CO2 e per il miglioramento dell’efficienza. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una Concept Car per esplorare i ruoli rivestiti nei mezzi di trasporto da alcune componenti, quali il peso ridotto, l’aerodinamicità e la lubrificazione. Starship è l’equivalente della Concept Car di Shell nel trasporto merci, un truck che ridefinirà il concetto di efficienza del mondo degli autotrasporti”, prosegue Mainwaring.

Shell e AirFlow Truck Company hanno presentato i risultati e le performance raggiunte da Starship in un viaggio coast-to-coast attraverso gli Stati Uniti. Partendo da San Diego, in California, il 18 maggio scorso e arrivando a Jacksonville, in Florida, il 24 maggio, il mezzo di trasporto ha percorso più di 3.700 chilometri (2.300 miglia) in condizioni reali, comprese soste non programmate econdizioni metereologiche avverse .

Il peso complessivo del camion era di circa 33 tonnellate, con un peso del carico di circa 18 tonnellate  costituito da materiale corallino che sarà utilizzato per costruire una barriera artificiale al largo delle coste della Florida.

Durante il viaggio sono stati monitorati il risparmio di carburante e l’efficienza rapportata al tonnellaggio[2].

Nello specifico, sono state registrate 178.4 tonnellate-miglia per gallone [68.9 tonnellate-chilometro per litro] in termini di efficienza rapportata al tonnellaggio; un miglioramento di 2.5 volte rispetto alla media del Nord America di 72 tonnellate-miglia per gallone [27.8 tonnellate-chilometro per litro].

Ma non è tutto: Starship ha registrato complessivamente un risparmio medio di carburante di 8.94 miglia per gallone [3.8 chilometri per litro], battendo la media statunitense di 6.4 miglia per gallone [2.7 chilometri per litro].

SHELL STARSHIPQueste misurazioni sono state confermate da un ente super partes: il North American Council for Freight Efficiency, utilizzando un sistema telematico di bordo.

Shell è leader nel campo dei lubrificanti per il trasposto pesante. Abbiamo una responsabilità in questo settore che oggi va oltre rispetto alla massima garanzia di efficienza dei prodotti.  È per questo motivo che sono così orgoglioso della collaborazione con AirFlow Trucking, che si traduce in un’opportunità unica di esplorare le modalità di risparmio di carburante e la riduzione delle emissioni nel comparto dei trasporti”, ha affermato Chris Guerrero, Global Brand Manager di Heavy Duty Lubricants.

Grazie anche al progetto Starship, il settore dell’autotrasporto conferma il proprio impegno a livello globale nella sfida “go further with less” (andare più lontano consumando meno) che punta a ridurre il consumo di carburante massimizzando però il carico. Il veicolo, infatti, è dotato di un moderno motore classe 8, le cui caratteristiche rispondono a esigenze comuni in tutto il mondo: temperature maggiori di esercizio, usura meccanica, corrosione, formazione di depositi minimizzata, prolungamento dell’intervallo di cambio olio e della vita del motore.

Per saperne di più, visita il sito www.shell.com/starship.

 

NOTE
La tecnologia di Starship

  • Gli active grille shutter (che si attivano in base alla temperatura per una maggiore aerodinamica ed efficienza) si aprono per permettere al flusso d’aria di attraversare il radiatore e arrivare al vano motore per raffreddarlo. Quando il raffreddamento non è necessario, gli shutter si chiudono automaticamente convogliando l’aria intorno al veicolo. Il risultato è una minore resistenza aerodinamica e un ridotto consumo di carburante. Inoltre, quando la temperatura è bassa, la chiusura degli shutter riduce i tempi di riscaldamento del motore.
  • Un pannello solare da 5000 W montato sul tetto del rimorchio carica e immagazzina l’energia in un banco batteria da 48 V ed è sufficiente per far funzionare i normali impianti elettrici del camion come le luci, i tergicristalli, i motori di ventilazione, i sistemi di aria condizionata e riscaldamento e altre apparecchiature elettriche.

 

Shell Lubricants
Shell Lubricants è la divisione del Gruppo Royal Dutch Shell plc specializzata nel business dei lubrificanti. Shell è presente con la commercializzazione di un’ampia gamma di lubrificanti: le differenti applicazioni di prodotto includono l’automobilismo, il trasporto pesante, l’estrazione, la generazione di energia e l’ingegneria. Shell possiede numerosi centri di ricerca di eccellenza in Germania, Giappone (in joint venture con Showa Shell), nel Regno Unito e negli Stati Uniti, vantando un team di oltre 200 scienziati e ingegneri impegnati nella ricerca e sviluppo nel settore dei lubrificanti. Grazie alle tecnologie innovative, sviluppate lavorando a stretto contatto con i propri clienti, Shell possiede un portafoglio di oltre 150 brevetti. I benefici offerti ai clienti includono minori costi di manutenzione, maggiore durata dell’attrezzatura e maggiore risparmio energetico. La tecnologia nel settore dei lubrificanti è inoltre sviluppata attraverso la stretta collaborazione con alcuni dei più celebri team del motorsport, come la Scuderia Ferrari. Questa importante partnership tecnica permette a Shell di approfondire la propria conoscenza nella scienza della lubrificazione, sviluppando soluzioni innovative che possano essere estese dal circuito ai propri prodotti. Royal Dutch Shell plc. Royal Dutch Shell plc è costituita in Inghilterra e Galles, ha sede a L’Aia ed è quotata in borsa a Londra, Amsterdam e New York. Società Shell hanno attività in oltre 70 paesi e territori in mercati quali l’esplorazione e produzione di petrolio e gas; produzione e commercializzazione di gas naturale liquefatto e gas liquidi; produzione, commercializzazione e trasporto di prodotti petroliferi e chimici e progetti per le energie rinnovabili. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.shell.com.

______________________________

[1] Un camion classe 8 è classificato come autocarro pesante (heavy-duty truck) dalla Federal Highway Administration del Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti d’America.

[2] L’efficienza rapportata al tonnellaggio viene calcolata dividendo la distanza percorsa per la quantità di carburante consumato moltiplicando poi la cifra risultante per il peso del carico.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009