Assicurazione auto per i neopatentati: ecco le variazioni sui costi

Di , scritto il 13 Luglio 2015

neopatentatiAssicurazione auto per i neopatentati: scopri le limitazioni e i costi da preventivare nella fase successiva alla conquista della patente

Assicurazione auto per i neopatentati: una questione che preoccupa spesso le famiglie italiane. Ma siamo davvero sicuri che sottoscrivere una polizza per un soggetto neopatentato implichi dei grandi aumenti sui costi sulle polizze assicurative? In linea generale non sono previste delle forti variazioni sui prezzi, soprattutto quando il contratto assicurativo già in attivo prevede la copertura per tutti i soggetti abilitati alla guida del veicolo. Informandosi su Zurich Connect e le sue soluzioni, o Quixa o su Linear, potreste infatti scoprire delle particolari soluzioni per i neopatentati e per le loro famiglie.

Assicurazione auto per i neopatentati: quali sono le regole previste per il primo anno

I neopatentati, così come si legge nell’apposita sezione del sito della Polizia di Stato, devono non solo rispettare alcune limitazioni nel periodo immediatamente successivo al conseguimento della patente, ma godere anche di alcune interessanti opportunità. Tra le limitazioni rientra quella di non poter guidare un veicolo di potenza superiore ai 55kW/t, o di potenza pari a 70 chilowatt nel primo anno successivo al conseguimento della patente.

Tra le opportunità rientrano invece delle agevolazioni sui costi dell’assicurazione auto per i neopatentati. Il Decreto Bersani permette infatti di ereditare la classe di merito di uno dei genitori. Un enorme vantaggio considerando che i costi del premio assicurativo previsti per la 14esima classe, la prima per chi sottoscrive un’assicurazione, potrebbero oscillare tra gli 800 e i 1.500 euro. Un bel risparmio se invece si considera la classa dei genitori o dei familiari.

Assicurazione auto per i neopatentati: e se si guida dell’auto di mamma e papà?

Nel caso di neopatentati alla guida di un veicolo intestato ad uno dei due genitori occorre invece verificare se la tipologia di copertura assicurativa riguarda anche altri soggetti oltre a quello indicato nel contratto assicurativo. Il rischio in questo caso è quello di non poter ricevere nessun rimborso o assistenza nel caso di incidenti o sinistri. Se si ricorre ad una copertura estesa anche ad altri soggetti bisogna però preventivare un aumento sul costo del premio assicurativo.

Nei casi in cui non si può usufruire della classe di merito degli altri membri familiari, potrebbe essere utile sapere che la maggior parte delle compagnie assicurative definiscono i costi delle polizza auto non solo in base al periodo di conseguimento della patente ma anche in rapporto all’età del soggetto che intende sottoscrivere un’assicurazione per il proprio veicolo. In quest’ultimo caso la fascia d’età compresa tra i 18 e i 26 anni è considerata quella più rischiosa.

La soglia entro la quale è possibile ottenere un premio assicurativo più conveniente è invece quella compresa tra i 26 e i 28 anni. Anche in questi casi chiedere un preventivo e contattare direttamente la compagnia assicurativa prescelta, consentirà di evitare brutte sorprese sui costi assicurativi, limitando anche i rischi derivati da una mancata copertura assicurativa.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009