I brutti numeri del mercato auto, destinati a peggiorare

Di , scritto il 14 Luglio 2010

Nel primo trimestre 2010, le consegne di vetture spinte dagli incentivi (la coda dei bonus 2009) hanno tenuto in piedi il mercato: 667.897 immatricolazioni. Il secondo trimestre, caratterizzato dall’assenza di sostegni di Stato alla rottamazione e all’acquisto di auto a basso impatto ambientale, ha visto solo 495.676 targhe. Volendo fare una proiezione, si arriva a un valore annuo di 1.840.000 unità (dati Unrae, Case estere). Questo significa una perdita di 400.000 vetture immatricolate e oltre un miliardo di euro di sola Iva per l’Erario.

Ma oltre alla parte finale degli incentivi 2009, c’è un secondo dato che “altera” i dati del mercato: quest’anno le attività delle società specializzate nel noleggio hanno ripreso vigore per le migliorate aspettative sul fronte del turismo e per la necessità di rinnovo del parco da parte delle società di noleggio a lungo termine.

Il fenomeno è però destinato ad esaurirsi rapidamente. Si dovranno tirare le somme:  quando il noleggio si sgonfierà, il quadro generale sarà ancora più allarmante.

La soluzione? A nostro giudizio, servono altri bonus governativi, uniti a una diminuzione della pressione fiscale.

1 commento su “I brutti numeri del mercato auto, destinati a peggiorare”
  1. […] in Italia, anche in Europa le immatricolazioni di auto nuove del mese di giugno sono calate: 1.383.445, in […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009