MINI Citysurfer Concept al Salone del Mobile 2015 di Milano

Di , scritto il 17 Aprile 2015

mini-urban-perspectives 1Il Salone del Mobile 2015 di Milano è stato scelto da MINI come luogo per presentare in partnership con il designer spagnolo Jaime Hayon Urban Perspectives, un’installazione che consente di sperimentare in maniera tangibile alcune verosimili visioni di come si presenterà in un futuro non lontano la mobilità urbana. Urban Perspectives è un modo per osservare il design delle auto da un punto di vista diverso. All’interno di una giungla urbana si trova un ambiente variopinto in cui hanno il loro posto colonne azzurre, una strada in marmo di Carrara e luccicanti lumi in ottone che mostrano la strada verso una meta immaginaria. Accompagnano in questo viaggio alcuni accessori con valore metaforico, come un casco (per metà ultramoderno e per metà divertente maschera) e una particolare giacca disegnata da Hayon in modo da spiazzare i luoghi comuni e dare libero sfogo alla creatività.

Ma al centro dell’installazione brilla il MINI Citysurfer Concept. Che cos’è? Non è difficile intuirlo guardando le immagini in questo articolo: un kick scooter con motore elettrico, compatto, pieghevole e dal design modernissimo. Un piccolo veicolo a due ruote destinato a fare scuola nel mondo della mobilità individuale nelle metropoli, utilizzabile sia per gli spostamenti su brevi tragitti che in combinazione con auto, metropolitana, autobus, treno e altri mezzi di trasporto.
Come potete infatti vedere, questo oggettino di soli 18 chilogrammi può anche essere trasportato nel bagagliaio di un’auto piccola come la nuova MINI a tre porte. E quanti di noi non troverebbero comodo poter coprire in pochi istanti sulle due ruote e senza fatica la distanza che intercorre tra un parcheggio e l’ufficio, tra la stazione ferroviaria e la facoltà, tra il garage convenzionato e la nostra residenza oppure per una interessante visita turistica di una città quando si viaggia in camper?
Scendendo più nei dettagli tecnici, scopriamo che il motore elettrico è posizionato sul mozzo della ruota posteriore e può essere attivato con il pollice. Il MINI Citysurfer Concept può percorrere una velocità massima di 25 chilometri orari, ma il motorino si attiva soltanto quando l’utilizzatore raggiunge una certa velocità minima spingendolo. Per spegnere il motore, basta frenare.

mini-urban-perspectives 2

La ricarica della batteria agli ioni di litio, ubicata nel telaio del veicolo e non amovibile può avvenire mediante l’auto o una presa di corrente domestica e un collegamento con una tensione di 12 Volt. Ma la batteria si carica anche recuperando l’energia di frenata. Con una ricarica completa l’autonomia elettrica può bastare per 15-25 chilometri, ma l’uso è sempre possibile grazie all’applicazione della forza fisica di spinta del conducente.
Le ruote sono di dimensioni relativamente grandi e munite di pneumatici, la pedana è bassa, il telaio è molto stabile, il manubrio regolabile in altezza e il sistema frenante è triplice: tutte caratteristiche che rendono il MINI Citysurfer Concept sicuro sempre, anche sui fondi stradali sconnessi. La posizione eretta del guidatore consente eccellente visione della carreggiata e visibilità per gli altri veicoli. Insomma, un modo per ottimizzare tempi e non sprecare energia, in nessun senso.
Vi lasciamo con la visione del video di presentazione dell’importante progetto in scena in questi giorni a Milano. Condividetelo e, se possibile, non mancate di recarvi di persona in via Bergognone 26, fino al 19 aprile 2015.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009