Kia e Flotte: esperimento riuscitissimo

Di , scritto il 17 Aprile 2019
Kia

Autodromo di Vallelunga, Aprile 2019: al “Fleet Motor Day” organizzato dalla Rivista “Fleet Magazine”, da alcuni anni si svolge una kermesse molto interessante dedicata al comparto Fleet: Responsabili Acquisti, Fleet Manager, Consultant ed Operatori di un settore di mercato che continua a crescere nei numeri di immatricolato e di fatturato. Certamente a questo progresso ha contribuito il trend positivo continuativo (a parte i tentennamenti di questo inizio anno) del Noleggio a Lungo termine.

E proprio Kia, a partire dalle buone performance di crescita del mercato del Noleggio punta a consolidare una sua immagine di marchio non più solo “private oriented”.

Perché se è vero che un gran numero di privati e famiglie ha rivolto la sua preferenza alla casa coreana per sostituire a volte scelte consolidate nel tempo verso altri brands, è pur vero che anche nelle rubriche di Fleet managers nonchè buyers di imprese titolari di flotte, il marchio Kia sia divenuto un punto di riferimento importante.

Tanti modelli disponibili e allestimenti per Privati e Flotte

Il primo “plus” di un marchio presente sul mercato mondiale dentro il raggruppamento Hyundai/Kia e accessibile in Europa ed Italia attraverso una sufficientemente capillare rete di dealers, officine e distributori ricambi, è certamente l’assortimento di gamma: con una vasta gamma di veicoli pluripremiati che include city car, crossover urbani, auto di lusso e le nuove elettriche, Kia è in grado di soddisfare qualunque esigenza per la mobilità delle aziende. La qualità costruttiva dei prodotti Kia raggiunge gli standard più elevati, come testimoniato dalla garanzia – leader del settore – di ben 7 anni.

Best Sellers: non solo “Sportage”

Come ogni Brand internazionale, anche Kia sta trasformando la propria offerta di gamma verso un orientamento deciso sia in direzione del prodotto “SUV – polivalente”, sia verso modelli in grado di ben figurare nel segmento “Premium” in alternativa ai brands più blasonati.

Certamente il modello di punta rimane la “Sportage”, che in casa Kia rimane il modello “Topic”. Ma anche la piccola Suv “Stonic”, la crossover ibrida “Niro”, e nel settore berline di taglio alto l’ammiraglia sportiva “Stinger”, nonché la famiglia “Ceed” sono in grado di rappresentare al meglio il profilo industriale e di customer della casa coreana. Con una sicurezza ed una serena consapevolezza per il proprietario o l’utilizzatore di queste auto: l’immagine aziendale, le attività di R&D, l’aggiornamento costante di gamma e l’offerta di servizio sono tali da far prevedere una costante e progressiva crescita di Kia nel mercato, un Customer Care degno di questo nome e anche e soprattutto una tenuta di valore nel tempo: musica per le orecchie degli operatori Fleet.

Prova in pista: Kia Niro e Stinger

Facciamo una debita premessa: non sono un pilota professionista. Per cui la serie di impressioni ricavate dalla prova in pista sul tracciato di Vallelunga appositamente predisposto dagli organizzatori per i diversi test di giornata, non possono certo stimolare nei lettori riflessioni più appropriate di quelle che si possono ricavare leggendo i Test Drive di chi questo mestiere lo fa, meritoriamente, da anni.

Tuttavia mi interessa di più, propriamente, definire ai vostri occhi l’impressione del cosiddetto “uomo della strada” quale io sono, coinvolto nella guida estrema (e solo su pista, sia ben chiaro) di mezzi dedicati alle flotte.

Prima di parlare delle auto in prova, parliamo dell’organizzazione allo stand: personale cordiale, che durante tutta la giornata ha dispensato attenzione, cortesia e massima disponibilità a fornire informazioni tecniche e commerciali. Il front office davvero impeccabile che ha consentito di gestire la serie di prenotazioni, davvero nutrita, di test drive da parte degli operatori Fleet. Su tutti, consentitemi, un plauso, ed un segno di affetto e stima al mitico Elio (per accordo ne indico solo il nome) che con pazienza, diligenza e passione vera ha affiancato me ed altri Tester per l’occasione nell’affrontare correttamente e al limite di sicurezza la pista. Regalando a chi era alla guida un’esperienza davvero significativa.

Kia Niro: la famiglia può andare di fretta

kia Niro

E ora parliamo brevemente delle due prove: Kia Niro e Stinger. La prima l’ho voluta provare perché tra i tanti Crossover e SUV in commercio ha linea e carattere davvero carichi di personalità e dinamismo. Assetto e posizione di guida sportivi e comodi allo stesso tempo, la linea non sacrifica nulla a spazio vivibile ed a ottima visibilità da ogni angolo. La sorpresa, per quanto il profilo della “Niro” lasci trasparire una forte carica dinamica e sportiva, è che una crossover per definizione abbastanza alta e “cittadina” regala in ogni caso una ottima guidabilità e sicurezza di assetto nella guida sportiva, dove si lascia condurre seguendo senza pericolosi trasferimenti di carico e senza reazioni anomale, quindi in tutta sicurezza.

Kia Stinger: Lusso e Business scendono in pista

Kia Stinger

La Stinger invece, una volta lasciata la “Niro” al “box”, l’ho voluta provare per i presupposti esattamente contrari rispetto alla precedente: come volevo testare quanto una “Crossover” comoda e capiente fosse anche sportiva (e la Niro lo è di sicuro), così ho voluto verificare quanto un’ammiraglia sportiva e quasi Coupè potesse garantire, pur nella estrazione dinamica ed emozionale che la “Stinger” suscita, una buona riserva di spazio e comodità per un uso professionale e di flotta. Missione compiuta: alla fine di un test dove questa berlina – di 483 cm di lunghezza, quasi 190 di larghezza e comunque oltre 1800 Kg di dislocazione – ha offerto sensazioni e comportamento dinamico da agile coupè nata per le piste, rimane la gradevolezza di un ambiente perfettamente insonorizzato, comodo e gratificante per i sensi. Insomma, una ottima e razionale alternativa alle più blasonate premium. Complimenti Kia, e…. Grazie, Elio!

Riccardo Bellumori



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009