Aprilia Tuono 660: una splendida naked

Di , scritto il 18 Gennaio 2021

È leggera, facile da guidare e con qualità stradali da sportiva la nuova Tuono 660 di Aprilia, un modello che riassume in sé alcune caratteristiche dell’aggressiva Tuono 4 cilindri (che però aveva una guida in posizione rialzata e altre della nuovissima sportiva RS 660, nata dallo sviluppo in pista) – da quest’ultima derivano il motore bicilindrico da 95 CV e diverse soluzioni tecniche. In pratica ci troviamo davanti a una “nuda” (ovvero a una moto priva di cupolino, carenatura o valigie, con il propulsore e le altre componenti in bella vista).

Rispetto alla Tuono 660 qui è decisamente migliore l’ergonomia. La ciclistica della moto è molto raffinata e le dotazioni sono di livello premium, basti pensare che è di serie ha il gruppo ottico anteriore triplo a LED, munito di luci diurne. Telaio e forcellone sono in alluminio pressofuso, con sospensioni regolabili e manubrio alto che migliorano il controllo della moto. Il motore da ben 95 cavalli (non pochi per questa cilindrata) è decisamente reattivo, ideale per chi sulla strada vuole soprattutto divertirsi. Deriva dal progetto della RS 660 l’acceleratore elettronico Ride-by-Wire, che consente di gestire in maniera ottimale i controlli elettronici, tra i quali il Traction Control multilivello, il Cruise Control, l’Engine Brake e l’ABS.

La nuova Aprilia Tuono 660 può essere guidata in cinque modalità, tre delle quali adatte alla strada e due alla pista. Tre le colorazioni disponibili per la livrea: Concept Black, Iridium Grey e l’esclusivo Acid Gold. Il prezzo del modello base si aggira sui 10.000 euro.

1 commento su “Aprilia Tuono 660: una splendida naked”
  1. Campagna G. ha detto:

    La Tuono è sempre una garanzia, davvero bellissima!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009