Rubare legalmente? Questo il significato di EcoPass

Di , scritto il 18 Dicembre 2007

Ecopass a MilanoProprio oggi entra in vigore l’ecopass a Milano. Fortunatamente non ci abito, ma anche da cittadino “esterno” mi sono fatto la mia idea su questa trovata del comune di Milano e del Sindaco Moratti.

La favoletta dell’ecopass è che serve a ridurre l’inquinamento e quindi a tutelare la salute dei cittadini, oltre a migliorarne la qualità della vita. Perché parlo di favoletta?

E’ molto semplice. Con le card ecopass, pagando si può entrare in centro senza problemi. Quindi se si paga non si inquina? Mi sembra una baggianata assurda. Ve ne avevo parlato già all’epoca in cui la “notiziona” fu data ufficialmente. Si paga dai 2 ai 10 euro di tassa, vi pare normale?

Questa trovata del comune di Milano, a mio parere, è stata fatta per batter cassa ai cittadini che avranno un salasso in più per accedere in centro, a meno che non hanno un’auto a Gpl o vetture nuove. Ma forse il caro Sindaco dimentica che non siamo tutti ricchi e che cambiare un’auto non è poi così semplice.

Insomma, Eco Pass serve “ufficialmente” a disincentivare l’ingresso in auto, ma a me sembra un modo di fregare la gente. Voi che ne pensate?


4 commenti su “Rubare legalmente? Questo il significato di EcoPass”
  1. Spartano ha detto:

    NON PAGARE,QUESTO SI DEVE FARE,E RACCOGLIERE TANTE DI QUELLE FIRME PER FARE CAPIRE CHE BISOGNA NON INQUINARE, NO NON PAGARE PER NON INQUINARE. SALUTI.

  2. corrado ha detto:

    Ciao a tutti! Non sanno più cosa inventarsi. Ma non ci avevano aumentato il bollo l’anno scorso per le auto più inquinanti? Già paghiamo il bollo caro e salato. Poi il rincaro. Adesso l’ecopass? Ma se le auto inquinano, non le abbiamo mica costruite noi? E poi non possiamo cambiare la macchina ogni 6 mesi! Ma se queste auto della malora inquinano, perchè non le fabbricano tutte già con l’impianto a GPL o metano? Ci stanno ( anzi ) ci stiamo facendo prendere in giro.
    E poi perchè non incentivano l’uso delle due ruote? Non importa se uno gira con un Ciao oppure con una moto nuova di pacca, però non esisterebbero ore continue di code con auto ferme in coda con il motore acceso.
    I sistemi ci sono, solo che quelli più semplici, non portano soldi in cassa! Il problema è solo quello! Si devono arricchire sempre i soliti!

  3. davide ha detto:

    Beh lo scopo sarebbe questo, ma in realtà è stato pensato male il progetto, mirato più a portare soldi alle casse comunali che a ridurre l’inquinamento. Anche perché le “due rute” da tutto ciò per ora sono escluse… mah!

  4. Maggi ha detto:

    Io farei pagare la tassa d’ ingresso proporzionalmente alla cilindrata dell’ auto ed ai km percorsi in città, come proposto da Blair per Londra, comunque sicuramentre più di quanto proposto dalla Moratti.
    Incentiviamo i mezzi pubblici e quelli non inquinanti!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009