Home » Mercedes Vs Aston Martin, arriva lo scontro tra titani: la nuova SL distruggera la Vantage?

Mercedes Vs Aston Martin, arriva lo scontro tra titani: la nuova SL distruggera la Vantage?

Un vero e proprio scontro tra colossi, in termini di veicoli, quello tra la Mercedes-AMG SL 63 4Matic e l’Aston Martin V8 VANTAGE Roaster. Quale prevarrà, tra la realizzazione meccanica tedesca e quella britannica?

Apparentemente, sono automobili con caratteristiche tecniche molto simili tra loro, e, per tale motivo, un confronto diretto appare davvero interessante. Ma analizziamo dettagliatamente il confronto fra le due configurazioni.

Auto sportive su strada, fra cui, oltre a Ferrari, Mercedes e Aston Martin

 

Oltre alle caratteristiche tecniche e funzionali, come non notare, anche all’occhio dei meno esperti, le similitudini di stile? Sia la Casa tedesca che la Casa britannica, infatti, con il lancio dei rispettivi modelli, hanno voluto puntare su un’auto dal design sportivo, e con funzionalità decappottabile.

Se l’auto Mercedes, qui oggetto di paragone, appartiene ad una categoria storica del marchio, quella corrispondente alla linea Mercedes SL, ed è stata definita, nel corso di essa, di volta in volta, modello per modello, come un’auto sovra-ingegnerizzata, “over-engineered”, l’Aston Martin qui considerata detiene tutte le carte in tavola per poter competere, sul piano tecnico.

Altra caratteristica in comune, la volontà, dei due storici brand automobilistici, di lanciare un’auto da corsa, in una versione adatta per il quotidiano, ossia concepita per la percorrenza su strada.

Il design, sebbene dai tratti distintivi, per ciascuno dei due modelli, ha la caratteristica di base relativa alla dotazione di tratti levigati, morbidi, e aerodinamici, come una vera e propria auto da competizione sportiva imporrebbe.

Altra caratteristica importantissima della dotazione, il Motore a propulsore V8 AMG Biturbo, propulsore prodotto dalla Mercedes. Se vi è stata, nel corso dello scorso anno, una carenza nella disponibilità di detti propulsori, da parte di Mercedes, visto il periodo di restrizioni attraversato su scala globale, Aston Martin non si è mai dichiarata preoccupata al riguardo, e ha continuato la produzione dei modelli, compreso l’Aston Martin V8 VANTAGE Roaster, dotati di propulsore V8, esattamente come pianificato.

Confronto serrato tra le due decapottabili, rispettivamente Mercedes e Aston Martin

Il confronto di peculiarità tra le vetture

Malgrado quanto affermato sulle similitudini, che sono anch’esse rilevanti, vi sono comunque alcuni fattori di confronto che fanno pendere l’ago della bilancia, a volte verso il modello tedesco, in altri casi verso quello britannico.

Sicuramente, a favore del suddetto veicolo Mercedes, gioca un fattore potenza a favore. Se si cerca un’auto con potenza davvero elevata, l’utente troverà in tale auto, la Mercedes-AMG SL 63 4Matic, ciò che desidera: con una potenza di 585 cv, contro i 510 cv dell’Aston Martin, la Casa di produzione tedesca, prevale per i modelli confrontati. Anche se l’Aston Martin non si distacca poi eccessivamente allo stesso riguardo: se la Mercedes arriva ad una velocità massima di 315 Km/h, l’Aston Martin arriva comunque a 306 km/h.

Anche l’accelerazione si rivela più efficiente nel veicolo Mercedes, raggiungendo da 0 a 315 Km/h in 3,6 secondi. Sullo stesso versante, l’Aston Martin arriva, da 0 a 306 Km/h in 3,8 secondi.

C’è da dire che, per le differenze sopra citate, influisce anche la differente modalità di trasferimento della potenza motore su strada. Se nel veicolo Mercedes la trasmissione verte su tutte e quattro le ruote, grazie al sistema AWD, in quello Aston Martin, la potenza viene trasmessa dalle ruote posteriori, col sistema RWD.

A favore dell’Aston Martin, certamente una maggiore leggerezza del veicolo (1.628 Kg contro i 1.895 Kg della Mercedes), e, inoltre, il prezzo. Se, infatti, il prezzo per il modello base della Mercedes-AMG SL 63 4Matic corrisponde a 198.900 euro, il modello base per l’Aston Martin V8 VANTAGE Roaster parte con un prezzo di 170.957 euro, cui sono, chiaramente, in un caso e nell’altro, da aggiungere gli eventuali optional.