Home » Benzina, puoi pagarla 10 centesimi in meno: nessuno conosce questa regola

Benzina, puoi pagarla 10 centesimi in meno: nessuno conosce questa regola

Con il caro benzina, quel che ci chiediamo è, per l’appunto, come fare, per risentire di meno dei rincari? Tutte le fonti energetiche, nel corso dell’anno, hanno subito rincari molto pesanti. Per la situazione geo-politica di cui sappiamo, ma anche per la sempre crescente domanda di risorse energetiche, rispetto alla disponibilità delle medesime. 

Rifornimento in corso d’esecuzione, presso una stazione di servizio.

A conti fatti, quindi, non sarebbe meglio poter pagare 10 centesimi in meno per ogni litro del nostro pieno carburante? Non si tratta della proposta a ricorrere ad imbrogli, bensì di un metodo assolutamente legale. Vediamo più in dettaglio le considerazioni che ne sono alla base. 

 

Risparmiare notevolmente sulla benzina, a quali condizioni?

Un’immagine che riporta un esempio del caro benzina in Italia.

In effetti, seppur sia possibile, oltre a fare un paragone fra le varie stazioni di rifornimento nella zona, anche fare un raffronto nel momento in cui si viaggia, per località più lontane, allontanandosi dunque dalla propria zona, vi è anche un’altra accorgenza.

Parliamo di viaggi e di mete magari un po’ più lontane rispetto alla nostra portata. Se ci si ritrova, per un motivo o per l’altro, nei dintorni di San Marino, sappiate, che, come anche per altre tipologie di merci ed articoli, i prezzi sono diversi rispetto a quelli applicati nello Stato Italiano, a cominciare dal fatto che non si pagano le accise sulla benzina, per noi d’applicazione risalente all’epoca di espansionismo coloniale.

In particolare, per la benzina, si spenderà, per ogni litro immesso, ben 10 centesimi in meno. Gli abitanti di San Marino, ovviamente, ne sono già a conoscenza, e non si sognerebbero, viste le attuali condizioni del caro benzina, di fare rifornimento di carburante al di fuori del Territorio della piccola Repubblica.

 

Come fare in concreto?

Una soluzione sarebbe quella, ovviamente, di approfittare della situazione, magari svolgendo proprio in auto quell’agognato viaggio nella Repubblica Sanmarinese. E, perché no, visitare la zona usufruendo dell’auto: tutti i pieni effettuati saranno più economici.

Il discorso suddetto, a livello applicativo, è proponibile anche qualora i viaggiatori si trovino ad un raggio di distanza piuttosto contenuto, rispetto a San Marino. Per non parlare poi, della gente che risiede nel medesimo raggio d’azione. In queste circostanze, infatti, sarà possibile, vista la limitatezza della tratta, anche effettuare un rifornimento su più recipienti, senza pericoli, e farsi così una provvisoria “scorta”.

Se si vuole comunque che la medesima duri il più a lungo possibile, meglio non sperperarla, e prendere confidenza con i mezzi pubblici disponibili nella propria area urbana, riscoprire la bicicletta e le camminate all’aria aperta, ed evitare quindi, possibilmente, di prendere la macchina anche in quei casi in cui se ne potrebbe fare a meno, in linea generale.

Quella espressa per il contesto Sanmarinese altri non è che una media. In ogni caso, per chi non si ritrova nella suddetta possibilità, meglio ricorrere ad una oculata comparazione tra i prezzi fra le aree di servizio, anche le piattaforme di settore che, pur non risultando vicinissime, sono comunque ricomprese in una tratta, più o meno abitualmente, percorsa. Altra dritta, laddove disponibili, spesso ci sono sconti per chi effettua il pieno presso i distributori automatici, rispetto ai distributori a servizio, presenti nella stessa area.

Si tratta, in fin dei conti, di una serie di piccoli accorgimenti che possono determinare, per alcuni casi, e nel loro complesso, la differenza.