Home » Guidare senza patente oggi è possibile: ecco come fare

Guidare senza patente oggi è possibile: ecco come fare

Da sempre, guidare un veicolo comporta il possesso di una patente (di un tipo diverso a seconda del veicolo). Mai si penserebbe che si possa guidare un veicolo, che non sia un motorino da 50 cc di cilindrata, ma un’automobile vera e propria, senza patente. Eppure è così.

 

Qualora non si disponga della documentazione abilitante a tenere una patente di guida, vi sono veicoli tali da garantire il soddisfacimento delle proprie esigenze di mobilità. L’alternativa, oltre ad essere ecologica, è anche economica, poiché sono modelli meno costosi, che, specialmente per gli spostamenti su base locale, possono risultare molto utili. Dunque, l’alternativa strizza l’occhio anche a chi non può permettersi, magari anche solo per il momento, una vettura di tipo diverso, che necessita la patente per la guida.

La Opel Rocks-e, in azione su strada.

In molti casi, avere accesso alla documentazione per essere intestatari di patente, non è facile. Sempre per le suddette ragioni economiche. I costi per una patente di guida, fra corsi e relative certificazioni, non sono proprio agevoli per tutti, aggirandosi attorno ai 1.000 euro.

Inoltre, anche i più giovani, a partire dai 14 anni d’età, potranno guidare un veicolo del genere. Si tenga comunque conto che la soluzione proposta è adatta a tutte le età.

 

Ulteriori accorgenze, e i veicoli migliori, adatti allo scopo

Una Citroën Ami, parcheggiata nel cortile di casa.

Sono veicoli particolarmente adatti, per come accennato, alle lunghe percorrenze in città, o comunque su base locale, fra piccoli centri urbani particolarmente vicini. Tali veicoli, inoltre, oltre a rapportarsi ad un’esigenza specifica, e a rivelarsi più abbordabili sotto il piano economico, presentano un ulteriore aspetto di economicità.

Si pensi, infatti, al carburante risparmiato, visto che l’auto sarà alimentata dall’elettrico al 100%, neanche presenti soluzioni ibride. Vi saranno, pertanto, solamente da sostenere i costi esigui di ricarica della batteria, e ciò incide positivamente, e non poco, sul bilancio. Per non parlare della facilità di parcheggio, specie nel momento in cui ci si muove in una città.

Si tenga conto, poi, che vi è un solo vincolo, ossia l’idoneità alla patente, certificazione indicata con la sigla AM. E’ la stessa che si ottiene per la guida di motori entro i 50 cm3. Ecco perché, tali veicoli, possono essere guidati a partire dai 14 anni d’età.

Altra accorgenza, nel caso in cui sia stati già conducenti con patente, ritirata poi dalla Stradale, a seguito di effrazioni, i veicoli in questione non potranno essere guidati, poiché non si ricade più nel requisito d’idoneità alla patente.

Detto ciò, veniamo al dunque. Quali sono i modelli più consigliati del momento? Sicuramente l’Opel Rocks-e, la Renault Twizy, la Citroën Ami, e, infine, la XEV YoYo. Non rimarrete delusi dalle loro caratteristiche d’economicità, e anche praticità, in relazione alle vostre esigenze.