Home » Mercedes GLC, pronto il nuovo modello: la svolta “Green” è pazzesca

Mercedes GLC, pronto il nuovo modello: la svolta “Green” è pazzesca

Un modello altamente tecnologico, quello proposto da Mercedes, con la nuova GLC che strizza l’occhio al green e alla sostenibilità, con emissioni zero.

Dotata di motori turbo a quattro cilindri, e alimentazione ibrida, e a trazione integrale, con l’esclusivo plug-in per la trazione 100% elettrica, la Mercedes GLC si pone come una delle soluzioni più tecnologiche e green del momento. Anche sul versante sicurezza, la stessa auto di casa Mercedes non delude, con aiuti alla guida di ultimissima generazione, come la guida semiautonoma di livello 2 e la frenata automatica, la quale si attiva all’evenienza, anche in svolte e incroci.

La Mercedes GLC, nella sua versione sportiva.

Con la crisi dei microchip, molte funzioni sono state offerte congiuntamente in pacchetti. Le caratteristiche pro sicurezza di cui sopra, infatti, si ritrovano tutte nella stessa configurazione, al prezzo conveniente di 2.965 euro. Altra caratteristica portante del modello, i fari Digital Light, i quali sono di serie nell’allestimento Premium. I medesimi, nelle altre configurazioni, sono opzionali, al prezzo di 1.647 euro. Anche tale tecnologia è molto innovativa, e verte sull’impiego di micro-specchi, in luogo dei soliti diodi, da azionare singolarmente. Il tutto all’insegna della matrice Led sulla quale sono basati i fari.

La caratteristica saliente dei micro-specchi sopracitati, è certamente la versatilità, la quale consente d’illuminare senza abbagliare, dato che possono modificare la propria direzione e riflettere la luce, indirizzandola dove c’è bisogno, evitando di puntarla verso gli altri veicoli in transito. Come se non bastasse, si potrà, aspetto del tutto inedito, proiettare, grazie agli stessi fari a matrice Led, delle figure di segnalazione per gli altri veicoli. Figure che possono indicare la presenza di pedoni sulla strada, la presenza di un cantiere operativo, e altri tipi di ostacoli e avvertenze.

Molto suggestivi gli interni, i quali richiamano forme di ispirazione all’ambiente nautico, viste anche in altri modelli molto recenti di Mercedes.

La crescita del bagagliaio in capienza, rispetto a modelli precedenti, è una caratteristica che verrà molto apprezzata dagli utenti, con una capienza di 620 litri, e un incremento complessivo di 70 litri rispetto alle precedenti versioni.

Come non parlare, poi, degli anch’essi innovativi comandi a sfioramento, in luogo del “solito” touch? I comandi del volume, quelli del clima, della funzione di navigazione, e altro ancora, sono regolabili infatti per sfioramento tattile per mezzo del display, tra l’altro in posizione inclinata e non frontale, così da cercare di facilitare l’impostazione d’uso.

 

I fattori di criticità

La Mercedes GLC su strada.

Dotata complessivamente di 5 posti, la Mercedes GLC presenta un elevato tunnel sul retro, per cui la persona che si siede posteriormente, al centro, dovrebbe stare un può rannicchiata. Inoltre, la distribuzione dello spazio nel bagagliaio lascia appena a desiderare: tra il fondo e il tendalino sussistono 38 cm, con relativa difficoltà a posizionare tre trolley rigidi insieme. Anche se dotato di struttura a doppio fondo, altro aspetto, lo stesso può essere utilizzato per il passaggio di cavi di ricarica, e altro di simile, in termini di capienza.

Infine, gli innovativi comandi a sfioramento, se costituiscono un’indubbio passo in avanti, molte volte la tecnologia appare non molto pronta, visto che, seppur orientati al riconoscimento delle impronte digitali, in determinate occasioni si faticherà al riconoscimento. Ciò accade soprattutto durante la guida, e il guidatore dovrà staccare momentaneamente lo sguardo dalla strada per puntarlo verso il display e posizionare al meglio le dita per la funzione desiderata.