Home » Eccesso di velocità, non pagarle più: se c’è questo ti ridaranno i soldi

Eccesso di velocità, non pagarle più: se c’è questo ti ridaranno i soldi

Ricevere a casa una multa per eccesso di velocità non è mai una sorpresa gradita. Le sanzioni sono spesso elevate, e inoltre si rischia anche di vedersi decurtati i punti della patente. Ci sono però dei casi in cui, a non aver rispettato la legge, sia stata la stessa amministrazione. In questo caso, non è necessario pagare la multa.

Il rispetto delle regole, specie in strada, è fondamentale. Può capitare spesso che a non rispettare le regole sia la stessa amministrazione predisposta al controllo. Nel caso in cui a non rispettare la legge siano i controllori stessi, non si è tenuti a pagare la multa.

Multa agente

Ovviamente è importante rispettare le regole e i limiti di velocità, non solo per evitare una sanzione piuttosto salata, ma anche per non mettere a rischio la propria incolumità e quella altrui.

Tenuto bene a mente questo, è possibile lo stesso ritrovarsi una multa piuttosto salata in certi casi, magari senza alcuna colpa del guidatore. È bene infatti sapere quando una multa sia valida e quando, invece, la stessa sia illegittima.

Gli errori sono piuttosto comuni, in verità, e si verificano principalmente quando l’Autovelox lavora in autonomia. Nel caso in cui l’autovelox venga invece installato e sorvegliato dalle forze dell’ordine, il margine di errore si riduce notevolmente.

Multa soldi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa stabilisce la legge?

La legge stabilisce alcune regole base da seguire nell’utilizzo dell’autovelox da parte delle forze dell’Ordine. L’autovelox non può, in nessun caso, essere installato in un centro abitato, specialmente nel caso in cui manchi lo spartitraffico centrale.

SI tratta di una regola fondamentale, da tenere in conto sia nei centri urbani, ma anche in altre strade in cui manchi lo spartitraffico centrale. Nel caso in cui manchi questo spartitraffico, anche se multati, non si è tenuti al pagamento della multa. Anzi, in questi casi è bene fare ricorso il prima possibile, così da vedere questa ingiusta segnalazione annullata.

La norma è chiara: se si oltrepassa la corsia, sprovvista di spartitraffico, non si è sanzionabili. In questi casi se si viene multati si rischia il ritiro della patente per 3 mesi e una multa di 1.308 euro. Dopo l’arrivo della multa però, c’è la possibilità di fare ricorso e, in questo modo, vedere annullata la sanzione.

La presenza dello spartitraffico è quindi sempre da tenere in mente, in quanto può permettere un risparmio non indifferente, oltre che salvare la patente.