Home » Guida in città, la distanza di sicurezza è finita: da oggi cambia completamente. La multa è altissima

Guida in città, la distanza di sicurezza è finita: da oggi cambia completamente. La multa è altissima

Per tutti coloro i quali sono abituati alla concezione di distanza di sicurezza, per com’è stata intesa fino ad oggi, faranno meglio ad adeguarsi alle nuove regole. Ci riferiamo, comunque, alla stragrande maggioranza di automobilisti. Ma cosa c’è da sapere sulla nuova misura, in termini di distanza di sicurezza?

La distanza di sicurezza è uno dei fattori fondamentali, un parametro di cui tener conto durante la guida, pena il rischio di tamponamenti. la ratio di tale misura consiste appunto nell’evitare le colluttazioni tra veicoli, che, in molti casi, possono arrivare a conseguenze a dir poco spiacevoli, se non di peggio.

Tenere sempre la distanza di sicurezza fra veicoli, in relazione alle circostanze.

Bene dunque, non solamente tenere sempre presente la misura posta in essere dal Codice della Strada, ma anche di tutti gli aggiornamenti che, in merito, possono subentrare, come nel caso presente. Se da oggi cambia tutto, è per la sua applicazione. Il principio viene applicato più rigorosamente in determinati contesti, e il fatto di non sapere porterà inevitabilmente a delle pesanti sanzioni.

Da oggi, infatti, vi è molta meno tolleranza per il principio in questione, e si badi bene che si tratta di una misura che non sempre gli automobilisti considerano, e che molte volte viene data per scontata. Come fare, dunque, per starci attenti? Ma anche, dove starci attenti, in particolare?

Quanto all’ultima domanda posta, si dovrà premettere che vi si dovrà sempre rivolgere attenzione, proprio onde evitare incidenti, fattore che viene sempre prima dell’evitare sanzioni, e che spesso è sottovalutato. Oltre a ciò, la tolleranza è diminuita nelle città e in autostrada, ossia in luoghi con un’elevata concentrazione di traffico. E’ bene saperlo, onde evitare sanzioni (e in questi luoghi ad alta concentrazione di traffico partono a raffica), e anche incidenti. Del resto, la minore tolleranza è strettamente correlata col maggiore rischio di causare incidenti dalla mancata applicazione della norma.

 

La distanza di sicurezza, avvertenze

Il traffico in autostrada. Da oggi vi si riscontra minore tolleranza per la distanza di sicurezza.

Quanto alle avvertenze, essa corrisponde sempre allo spazio utile di reazione. In autostrada in particolare, si osservi sempre lo spazio di 20 metri minimo rispetto a veicoli sgombraneve in azione, e poi a 100 metri di distanza rispetto al veicolo davanti a noi, qualora non si possa sorpassare, con un divieto attivo.

Il divieto è dovuto al fatto che, in autostrada, spesso si prosegue con velocità piuttosto elevate, e dunque è più facile la colluttazione, potendosi arrivare alla medesima in pochi secondi. Bisogna essere cauti ed avere un occhio allenato, poiché non si ricorrerà, nel corso della percorrenza, a calcoli matematici. Si pensi che la distanza di sicurezza viene calcolata moltiplicando la velocità del veicolo (che dovrà tenere la distanza medesima) per dieci, e poi diviso tre. Riguardo alle sanzioni, si va da 87 a 344 euro, e tre punti decurtati dalla patente per il mancato rispetto. Se poi, da quest’ultimo, ne conseguono danni con gravi lesioni a persone, l’ammenda va da 430 a 1731 euro, con decurtazione di otto punti dalla patente, più le altre sanzioni per lesioni colpose, o, a seconda dei casi, per omicidio colposo, in conformità con quanto previsto dal Codice Penale.