Home » Non fermarti più in autostrada all’autogrill: rischi di perdere tutto | Ecco perché

Non fermarti più in autostrada all’autogrill: rischi di perdere tutto | Ecco perché

Per quanto possa sembrare assurdo, vi sono dei casi nei quali è molto meglio non fermarsi all’autogrill. Certo, è qualcosa di molto comune, e, durante un viaggio, o un qualsiasi lungo tragitto, viene comodo, oltre che spontaneo, fermarsi all’autogrill, oltre che per necessità. Ma sussistono comunque dei casi da evitare, vediamo quali. 

Avete voglia o necessità, mentre percorrete l’autostrada, di sostare presso un autogrill? Se ricorrono determinate condizioni, meglio non fermarsi, e rimandare la propria tappa più avanti, durante il percorso. Ma di cosa si tratta più nello specifico? Di quali condizioni parliamo?

Uno dei tanti punti di sosta e ristoro in autostrada. A meno che non ci siano determinati presupposti, meglio non fermarsi.

Nel momento in cui si staziona presso un autogrill, sarebbe molto importante avere la visuale chiara della propria auto, nel momento in cui si prende il caffè, e meglio ancora se si rimane a turno nell’auto, se si è in compagnia. Qualora non ci si trovi in compagnia è già un dato penalizzante, e, se poi ci si ritrova nella necessità di lasciare la propria auto in un punto non visibile dal bar dell’autogrill, meglio lasciar perdere.

Ciò che si rischia è di pagare veramente caro il caffè, o la consumazione che si sta prendendo in quel dato momento. Le ragioni sono tutte rinvenibili nella truffa che si sta diffondendo negli autogrill. Si può incorrere in una banda degli autogrill, che, con un piccolo espediente, riescono a rubare le valigie, e per farlo, si fanno bastare quei pochi minuti compresi normalmente nella sosta.

C’è da dire che non fanno tutto da soli, ma, addirittura, si avvalgono dell’inconsapevole “collaborazione” del malcapitato. Anche se, a dirla tutta, il “fattore scatenante” viene generato nel momento in cui l’auto è incustodita. Ribadiamo pertanto che, se non si ha la possibilità di lasciare l’auto in un punto visibile, meglio fare la prova ad un autogrill successivo. La banda degli autogrill ha operato sinora in diverse zone d’Italia, quindi non possibile circoscrivere un loro raggio d’azione.

 

La truffa presso gli autogrill

Meglio stare attenti affinché l’auto sia visibile dal punto ristoro.

Detta anche “truffa della ruota bucata”, ha una modalità di svolgimento del tutto peculiare. Vediamo come funziona. Mentre l’auto è del tutto incustodita, la banda si avvicina all’auto e sgonfia una ruota. Nel passo successivo, attendono che il proprietario esca dall’autogrill, gli si avvicinano gentilmente per chiedere cosa sia accaduto, e si prestano, con altrettanta gentilezza, ad assisterlo mentre cambia la ruota.

Nel momento in cui si è impegnati a farlo, uno di loro ne approfitta per rubare ciò che c’è all’interno della macchina. Dopodiché, con una scusa, spariscono. Mentre, se c’è da rubare una certa quantità di bagagli, consigliano al proprietario di chiamare l’assistenza che si può trovare presso l’autogrill, magari fingendo di non essere pratici, ma offrendosi di custodire l’auto. Nel mentre, ne approfitteranno per ripulire il carico da tutti i bagagli.