Home » Carburanti, alla fine è arrivato il regalo: la gioia degli Italiani | Risparmieremo un sacco di soldi

Carburanti, alla fine è arrivato il regalo: la gioia degli Italiani | Risparmieremo un sacco di soldi

I consumi di carburante si fanno particolarmente sentire di questi tempi. E se dicessimo, arrivati a questo punto, che è in arrivo un regalo? Già, perché con esso si può far fronte finalmente al caro carburanti, un regalo quindi per tutti gli automobilisti con necessità.

L’attuale situazione ha indotto molte famiglie a delle ristrettezze sui consumi, o quantomeno sul tenore di vita. Il problema, in particolare, è che sussistono determinate categorie di consumi di cui difficilmente si può fare a meno. Sicuramente, fra le spese in questione, rientra quella per la benzina e gli altri carburanti. Ora subentra comunque una novità nell’attuale scenario. Ma, nello specifico, di cosa si tratta?

In arrivo un regalo riguardante i consumi di benzina

Parliamo di un bonus che permetteranno d’alleggerire la spesa dedicata al rifornimento. In realtà esistevano già, e si tratta di ticket cartacei, o in formato elettronico, costituendi, per l’appunto, dei buoni direttamente spendibili per l’erogazione di carburante. Qual’è la differenza rispetto al quadro attuale? Gli aventi diritto.

La categoria degli aventi diritto era prima limitata ai dipendenti di aziende private, che, grazie alle agevolazioni, potevano attribuirlo (così come tutt’ora). Era poi già estesa ad autotrasportatori e a studi professionali (per i costi di spostamento sostenuti dal titolare o dai propri dipendenti). Il governo Draghi infatti, aveva già affiancato al prolungato taglio delle accise sulla benzina, tali buoni. Ora, molto più di recente, vi è stata l’introduzione di un’estensione della misura, per il tramite del Decreto Aiuti Ter, pubblicato in Gazzetta Ufficiale questo mese, il giorno 16.

Ora ne beneficeranno anche altre tipologie d’attività, quali le aziende agricole e della pesca, oltre a quelle agro-meccaniche. I dipendenti, e le rispettive famiglie, avranno così un’agevolazione non di poco conto nella spesa complessiva al rifornimento. Il buono è valido per il quarto trimestre dell’anno, ossia da ottobre a dicembre.

 

Come usare il bonus benzina

Bonus esteso a diverse altre categorie di lavoratori – solomotori

Per tutti gli aventi diritto, è fondamentale venire informati sull’utilizzo dei buoni. Innanzitutto, si procede per compensazione, ossia con un rimborso successivo alla spesa. Rimborso che verrà erogato, grazie alla sussistenza dei buoni, e la comprovata fatturazione, con Iva esclusa. Si realizza così un credito d’imposta che potrà venire utilizzato l’anno prossimo (è ancora in bilico se fino al 30 giugno o fino al 31 dicembre 2023).

In alternativa, il presente credito d’imposta potrà essere ceduto a organismi di credito o ad altri organismi simili. Chi opta per la cessione, dovrà assicurarsi, insieme alle aziende riceventi, che le medesime abbiano il visto di conformità, attestante la sussistenza di tutti i requisiti a ricevere il credito.