Home » In Italia è diventato illegalissimo: non te lo puoi più concedere. Ti multano per centinaia di euro

In Italia è diventato illegalissimo: non te lo puoi più concedere. Ti multano per centinaia di euro

Ancora in tema di atteggiamenti che, in tema di circolazione su strada, sono diventati illegali (o la cui illegalità è oggi più ampiamente riconosciuta), oggi trattiamo di un altro caso particolare. Caso che sarà bene evitare, dopo essersi attentamente informati su di esso.

Non fosse altro che per evitarsi centinaia di euro di multa. Ma anche per evitare i possibili disagi, contemplati all’uopo dal Codice della Strada. 

Un veicolo fuoristrada in transito – solomotori.it

Ad essere caratteristica peculiare del divieto in questione, è la sua assoluta novità. Esso è stato infatti introdotto con decreto legge, e non tutti gli utenti hanno ben reagito alla notizia. Il problema risiede nel momento in cui, la nuova regolamentazione, non è ben compresa dai diretti interessati. Il principio non vale solamente nel caso di specie, ma assume una valenza generale. Certo, il presente caso, non costituisce certamente, come avremo modo di analizzare più nel dettaglio, un’eccezione.

Il decreto in questione, pur non essendo degli ultimi giorni, appartiene comunque al tempo recente, essendo stato introdotto il 16 dicembre. Esso riguarda i fuoristrada e i veicoli a due ruote, casi quindi specifici. Ancor più specifici se, oltre ai veicoli considerati, si fa riferimento ai luoghi di guida. In tale fattispecie infatti, il riferimento è dato dalle strade sterrate e non asfaltate. Da ciò si capisce come quella che trattiamo oggi sia una fattispecie che esula dall’ordinario traffico da centro urbano che, solitamente, siamo abituati a considerare.

Cosa prevede la normativa, in particolare? Essa, introdotta per decreto, ha la finalità d’impedire, a tutti i mezzi off-road, quindi ai loro proprietari, di divertirsi con essi sulle strade in oggetto al provvedimento stesso. Fanno eccezione, chiaramente, piste ed eventi a tema.

 

La novità introdotta dal decreto e il potere alle Regioni

Un fuoristrada in un’attività off-road: è consentita attualmente, solo in competizioni sportive – solomotori.it

Il decreto in questione ha dato potere alle regioni, per quel che concerne l’attuazione del medesimo. E’ prevista, in particolare, una multa per ogni attività off-road, ovvero intesa come attività di corsa e divertimento con un veicolo idoneo per quei tracciati. Il consiglio è di fare attenzione in ogni caso, anche perché non è ben delimitato l’ambito in cui un’attività possa definirsi off-road, salvo una velocità davvero eccessiva, e, per il resto, ai dettagli provvedono le regioni, che possono apporre regolamenti peculiari per quel che riguarda le sanzioni, ma anche i limiti di velocità.

Dunque, non solo stare attenti, ma tenersi informati, prima ancora, sulla normativa in questione, e ai suoi sviluppi, anche sul piano regionale.