Home » “3 milioni di euro di danni”: quando vedi questa situazione in strada stai molto attento | Non riuscirebbe nessuno a pagare i danni

“3 milioni di euro di danni”: quando vedi questa situazione in strada stai molto attento | Non riuscirebbe nessuno a pagare i danni

Ci sono situazioni delle quali dover tenere conto, specie se ti possono costare in termini di sicurezza. Parliamo chiaramente di situazioni che si possono trovare mentre transiti per strada. In particolare, c’è stata una situazione che ha generato ben 3 milioni di danni. Quali sono le situazioni che potrebbero danneggiarci? Ad esempio se si nota in strada dei trasporti “particolari”.

E’ quanto accaduto nel bresciano, per i danni riportati dal ponte di via Volturno della città capoluogo. Nello specifico, detti danni sono stati causati dallo schianto di una gru trasportata da un camion, che si è schiantata nel passaggio da sotto il ponte, per via dell’altezza complessiva del carico. L’impresa di autotrasporto è stata citata per danni dall’Avvocatura del Comune di Brescia, con diversi profili contestati.

Una delle prime panoramiche dei danni avvenuti sul ponte di via Volturno, sulla tangenziale Ovest, a Brescia – solomotori.it

Infatti, vi sono stati i danni al ponte nella sua integrità, e quindi, per questioni connesse alla stabilità compromessa, si rende necessario ricostruirlo. Prima di ciò, vi sono da pagare, dunque da risarcire, i costi per progettazione, demolizione e ripristino. Inoltre vi sono da apporre le nuove segnaletiche e l’adeguamento viario, ma anche i danni per il blocco del traffico, e i costi straordinari del personale per la gestione dello stesso. In totale, il danno si aggira sui 3 milioni.

La mancanza della ditta di trasporti, nell’assicurare il carico in termini di stabilità, a quanto pare, si è rivelata piuttosto grave. Oltretutto, anche alla compagnia assicurativa della ditta è stata notificata la richiesta di danni in oggetto. Ma, oltre a ciò, se si parla di un danno su questa cifra, il tutto dovrà essere con migliore attenzione quantificato, poiché si tratta di cifre approssimative delle quali alcuni tecnici hanno cominciato a parlare. In questi termini è stata chiarita la questione dall’assessore delegato ai lavori pubblici del Comune di Brescia, Federico Manzoni.

 

Le ipotesi sul danno arrecato

La temporanea gestione del traffico, attuata dal Comune, a causa dell’incidente – solomotori.it

La gru era stata concessa in locazione finanziaria dalla compagnia Tecnogru alla compagnia Eurotecno srl di cremona. Sia la gru che il camion, e il rimorchio, sono assicurati dalla stessa compagnia assicurativa, la Unipol Sai, e ciò semplifica le cose, come ha dichiarato in merito altresì l’assessore Manzoni. La precisa dinamica e le responsabilità sono ancora da chiarire al meglio.

C’è chi ha ipotizzato che il ponte fosse già sotto osservazione per un rischio di stabilità, prima dell’incidente. Ma su ciò è arrivata puntuale, nel corso dell’intervista rilasciata a un quotidiano locale, la smentita dell’assessore, il quale ha parlato di segretezza dei dati sullo studio del ponte, e di come si tratti di illazioni. Oltretutto, per come afferma, neppure la controparte ha impugnato una simile accusa, che pure, come l’assessore ha riconosciuto sulla controparte stessa, sono “anche loro, per certi aspetti, vittima delle circostanze“.