Home » Patente, quella che hai non vale più ovunque: hai bisogno di questo foglio per guidare | La legge parla chiaro

Patente, quella che hai non vale più ovunque: hai bisogno di questo foglio per guidare | La legge parla chiaro

La patente è il documento fondamentale per guidare e spostarsi liberamente con il proprio veicolo. Ma si può andare dappertutto con essa? In questa guida tratteremo quei casi in cui la validità della patente è limitata, e quelli dove la medesima è da ritenersi off-limits.

Vi sono delle aree dove l’efficacia della nostra patente è limitata, altre dove non vale addirittura nulla. Del resto è normale, nel momento in cui si va all’estero, ci si troverà in situazioni differenti. Situazioni che ora passeremo al vaglio, così da non rimanere impreparati, qualora si voglia effettuare una partenza per una meta estera, anche molto lontana.

In determinati casi, la patente che ti ritrovi potrebbe non valere’ – solomotori.it

E’ possibile guidare all’estero, nell’ambito dell’Ue? E nell’ambito extracomunitario? Per quanto riguarda i paesi dell’Unione Europea non ci sono complicanze: si può guidare sempre e comunque, con la patente italiana in dotazione. Rientra, d’altronde, fra i vantaggi che la Comunità sovranazionale offre. In merito all’Europa, non si può viaggiare solamente nell’area Ue, ma anche negli altri paesi europei, ad eccezione della Federazione Russa.

Ma, per uno stato extra-comunitario, cosa occorrerà per accedere con una guida autonoma, condotta sul territorio? In tal caso servirà il Permesso internazionale di guida, spesso chiamato Patente internazionale. Mentre, in determinati casi, di altri paesi, servirà una “traduzione giurata” della patente che si possiede, ovviamente nella lingua del paese extra-comunitario in questione. Nello specifico, al fine di riordinare le idee, abbiamo tre tipi di fattispecie possibili:  Paesi appartenenti all’Unione Europea o comunque appartenenti al continente europeo, ad eccezione della Russia; Paesi extra UE firmatari di accordi di reciprocità con l’Italia in materia di conversione di patenti di guida; Paesi extra UE non firmatari di predetti accordi.

 

Guida all’estero, come comportarsi

Un Permesso internazionale di guida, valevole in paesi firmatari di accordi a tema con l’Italia – solomotori.it

Per l’area europea basta quindi la propria patente, mentre per i Paesi extra UE firmatari di accordi servirà la Patente internazionale. Per i non firmatari, invece, servirà prendere accordi con le autorità consolari per un permesso extra, a titolo temporaneo, così da guidare sul territorio per quel dato termine. Ma vi sono delle eccezioni. Se consideriamo gli Stati Uniti d’America, in California e Nevada si può guidare con la patente italiana, illimitatamente. Mentre, per quel che concerne la guida nel Michigan, sempre con patente italiana, essa sarà possibile per 90 giorni, in Montana per 30 giorni.

Qualora dovesse avvenire un cambiamento di residenza in una zona extra UE,  è bene sapere che, per ragioni di servizio, la patente italiana può essere convertita direttamente in quella del posto. ma dovrebbe trattarsi di uno tra i seguenti paesi: Canada, Cile, Zambia, Stati Uniti. La convenzione vale per il personale diplomatico e consolare, con le rispettive famiglie.