Home » Finestrini dell’auto aperti, è diventato illegale: la multa è una mazzata

Finestrini dell’auto aperti, è diventato illegale: la multa è una mazzata

C’è chi dirà “non ci credo”, ma parcheggiare l’auto e dimenticare il finestrino aperto…può costare caro. Infatti c’è una norma del codice della strada che lo vieta. Vediamo nei dettagli che multa può essere comminata ad un automobilista distratto.

Dura lex, sed lex: secondo la legge chi lascia l’auto in sosta con il finestrino anche parzialmente abbassato, e addirittura anche nella parte posteriore, commette una istigazione al furto. Eppure sarà capitato a tutti di dimenticare l’auto aperta per una commissione veloce o addirittura le chiavi inserite nel quadro. L’articolo n.158 del Codice della strada, a questo proposito, contiene un lungo elenco di ipotesi e luoghi in cui è vietata la sosta di auto e ciclomotori, ed è caratterizzato come “Divieto di sosta e fermata dei veicoli”.

Finestrini aperti in auto parcheggiate, occhio alle norme
Finestrini aperti in auto parcheggiate, occhio alle norme

Proprio qui si fa riferimento alle soste e fermate in prossimità di doppia fila, marciapiedi, intersezioni e passaggi a livello, ma al comma 4 si parla espressamente del comportamento dell’automobilista e alle cautele utili per evitare incidenti o furti. Ed ecco il divieto, che oltretutto potrebbe portare la compagnia d’assicurazione a negare il risarcimento indicando il conducente come responsabile oggettivo della sottrazione dell’auto da parte di terzi. Certo, la negligenza andrà dimostrata nel dettaglio.

Cosa può succedere, quindi, partendo da un semplice finestrino lasciato aperto in auto? L’istigazione al furto – così viene definita la “dimenticanza” dal Codice della Strada – potrebbe portare alcuni malintenzionati a impossessarsi del veicolo e a commettere reati di vario tipo, tra cui fuggire alle autorità o mettere a rischio la vita altrui. L’istigazione al furto prevista dal Codice della strada non va confusa con l’istigazione a delinquere che, invece, è un reato del Codice penale e ha una portata molto più ampia. L’intento è quello di impedire il furto del veicolo e frodi assicurative, ma soprattutto quello di prevenire incidenti.

L'istigazione al furto può portare ad una multa
L’istigazione al furto può portare ad una multa

Auto parcheggiata e finestrino aperto: può arrivare la multa

Al comma 6 dell’articolo 158 del Codice della Strada è previsto che, chi parcheggia l‘auto con uno o tutti i finestrini abbassati, è sanzionabile con una contravvenzione stradale e rischia una multa da 42 a 173 euro. Lo stesso meccanismo vale anche per tutti i motocicli lasciati incustoditi, anche solo per pochi attimi. In questo caso si tiene conto del mezzo più piccolo, che potenzialmente può creare danni minori, quindi la somma da pagare rientra fra 24 e 97 euro. L’importo della multa è diminuito quando il parcheggio irregolare è riconducibile a ciclomotori e motoveicoli a due ruote: qui si parla di multe dai 25 a 100 euro.