Home » Specchietti dell’auto, quella linea che vedete serve proprio a questo: in pochissimi lo sanno | È importantissima

Specchietti dell’auto, quella linea che vedete serve proprio a questo: in pochissimi lo sanno | È importantissima

Le auto sono piene di accessori e piccoli dettagli di cui spesso nemmeno ci accorgiamo, o di cui raramente ci chiediamo l’utilità. Ma bisogna pensare una cosa: se qualcuno ha pensato di mettere qualche elemento nell’auto, e non è stata una semplice moda passeggera come spesso avviene, significa che è realmente utile o che i produttori di auto sono obbligati a metterlo.

Molti di questi accessori che trascuriamo o di cui non ci interessiamo a fondo, però, sono in realtà di fondamentale importanza e possono semplificarci di molto la guida quotidiana. Qualche esempio? Il gancio della portiera, che se non funziona correttamente non permette una perfetta occlusione della stessa, oppure delle linee orizzontali sul lunotto posteriore, che ci salvano nelle serate umide e nelle stagioni invernali. Per non parla della maniglia posta sopra il vetro, che molti utilizzano in modo improprio ma che è fondamentale per le persone meno giovani.

Specchietto laterale auto

Tra questi sistemi che pochi conoscono, c’è la linea dello specchietto retrovisore laterale, che agli automobilisti più giovani e inesperti potrebbe sembrare a prima vista un difetto di progettazione dello specchio.

Prima di tutto due parole sugli specchietti retrovisori. Pochi sanno della sua funzione utilissima, soprattutto per il conducente, vediamo di cosa si tratta.

Lo specchio retrovisore, in gergo chiamato specchietto, nella sua variante più semplice è costituito dai seguenti elementi: lo specchio vero e proprio, l’elemento che sostiene la il vetro specchiato ed eventualmente ne permette la regolazione manuale o elettrica, il braccetto per fissarlo, la base di fissaggio ancorata al parabrezza o alla carrozzeria per quelli laterali esterni. In passato era costituito da meccanismi molto alla buona e dozzinali, ma negli ultimi è cresciuta la complessità di costruzione degli specchietti, e ora li abbiamo regolabili elettronicamente, con indicatori di direzione integrati, riscaldati, e anche con telecamere integrate. Infatti, se si rompono sono dolori!

Tornando alla linea verticale che troviamo su molti specchietti delle auto, vediamo di cosa si tratta.

Quella fastidiosa linea dello specchietto che non hai mai utilizzato correttamente

Molti non danno alcuna importanza a questa presente sullo specchio in verticale, ma in realtà ha una funzionalità indiscutibile che potrebbe aiutare il conducente dell’auto in diverse situazione, come nei posteggi così come nelle immissioni in carreggiata, e quindi ad evitare possibilità gravi incidenti.

La linea dello specchietto non è altro che la linea di doppia curvatura. In pratica, demarca il confine tra due curvature diverse dello specchio, che funzionano in pratica come degli occhiali a doppia curvatura.

In sostanza, la parte più interna ha una curvatura normale, mentre quella più esterna, dopo la linea, presenta una curvatura più ampia, quasi grandangolare. Questa ci permette di avere una visione più ampia e larga dello spazio dietro di noi lateralmente, molto utile quando ci dobbiamo immettere in carreggiata con l’auto posta in diagonale rispetto alla corsia, e quindi serve un angolo di visuale più ampio.

Specchietto doppia curvatura
Specchietto doppia curvatura. La linea tratteggiata demarca il cambio curvatura.

Ora che sai a cosa serve, siamo certi che proverai a sperimentare questa utilissima funzione, se presente nello specchietto della tua auto.