Home » Telecamere sui semafori, così capisci se sono attive: ecco il trucco incredibile | Non ti fregano più

Telecamere sui semafori, così capisci se sono attive: ecco il trucco incredibile | Non ti fregano più

Una delle maggiori paure dei conducenti è infrangere alcune regole del codice della strada ed essere beccati dagli occhi elettronici installati spesso sui semafori. Pertanto, oggi andremo a fornirvi alcuni consigli utili per evitare sanzioni. Premesso che la nostra redazione invita sempre a rispettare il CdS, non invita a infrangerlo, ma una distrazione può capitare a tutti e ci sono modi per passarla liscia, che andremo a esplorare.

A parte piccole omissioni, i “dolori” arrivano quando non ci accorgiamo della presenza di telecamere e semafori. Questo mix diventa davvero pesante, per non dire altro, e ci fa pentire dell’errore commesso per molto tempo.

Semaforo rosso

I semafori però hanno un ruolo cruciale nel smistare il traffico e prevenire gli incidenti. Sono infatti innumerevoli gli schianti agli incroci a quattro per mancata precedenza o per l’alta velocità. I semafori ci fanno spazientire e spesso imprecare, ma sono semplici deterrenti e funzionano bene.

Tuttavia, spesso capita di ignorarli perché “in fondo non c’è nessuno”, ma occhio alla telecamera!

Una volta, se non c’erano vigili nei paraggi la si passava praticamente sempre liscia. Ma adesso, con telecamere molto piccole ed economiche e dotate di un’alta definizione che consente loro di riprendere la targa da grandi distanze, sono installate praticamente a ogni angolo di isolato e anche nei semafori. Passarla liscia in caso d’infrazione è decisamente più improbabile.

Se passi col rosso e c’è una telecamera non tutto è perduto

Passare col rosso potrà costarci molto caro se l’infrazione viene registrata da un vigile o da un occhio elettronico. La sanzione prevede una multa di 163 euro e la decurtazione di ben 6 punti dalla patente di guida. In più, con una recidiva entro il biennio la patente verrà direttamente sospesa.

Cosa succede quindi se ci accorgiamo di essere passati col rosso attraverso un semaforo che ha una telecamera installata? Non bisogna farsi prendere dal panico: non è detto che vi arrivi automaticamente una multa a casa.

Dovete infatti sapere che non tutte le telecamere installate sui semafori servono a scattare foto per elevare multe e sanzioni. Gran parte di esse sono infatti deputate a governare i cosiddetti semafori smart. Questi sono semafori automatici che sfruttano appunto le telecamere per monitorare il traffico a ogni lato dell’incrocio per regolare il cambio di colori in maniera funzionale piuttosto che fare aspettare ferme delle auto se dall’altra parte dell’incrocio non c’è nemmeno l’ombra di un’auto all’orizzonte.

Semaforo telecamera

In secondo luogo, non è detto che tutte le telecamere siano attive, collegate e soprattutto funzionanti. Spesso infatti queste si guastano nel tempo e le amministrazioni comunali, sempre con i conti in rosso, non saranno certo leste o propense a ripararle o sostituirle. Capita spesso di sentire che quando gli agenti tentano di acquisire immagini dei circuiti di videosorveglianza per indagare su dei crimini, gran parte di queste telecamere siano staccate o non funzionanti. Se poi i semafori sono gialli e lampeggianti, le telecamere installate sono sicuramente spente così come il semaforo.

Insomma, se passate col rosso per distrazione, non è automatico che vi arrivi una multa, anche se c’è una videocamera installata nel semaforo. Ma invitiamo sempre alla prudenza: l’incidente è sempre dietro l’angolo.