Home » Se vedi una lattina di coca sulla tua macchina mettiti subito in allerta: chiama immediatamente la polizia

Se vedi una lattina di coca sulla tua macchina mettiti subito in allerta: chiama immediatamente la polizia

Qualcuno ha dato un calcio a una lattina di Coca Cola ed è finita guarda caso proprio sulla tua macchina. “Ah.. questi ragazzini mezzi teppistelli”. Probabilmente è questo che potrai pensare trovando una lattina proprio in quel posto, ma è proprio lì che rischi tantissimo.

Prima te ne devi accorgere però, perché una lattina messa nell’insenatura tra il parafango e la ruota non la vedi subito, specialmente se dal lato del passeggero. Quello che succederà molto probabilmente è che metterai in moto l’auto in tutta tranquillità, ingranerai la marcia e inizierai a procedere. A quel punto sentirai un forte rumore proveniente proprio da sotto l’auto.

Auto rubata

Un attento e cauto automobilista sa bene che in caso di forti rumori meccanici provenienti dall’auto conviene subito fermarsi: c’è il rischio di peggiorare la situazione nel caso di un guasto meccanico o di un ostacolo che impedisce il movimento dell’auto. La tentazione è quella di scendere dall’auto per controllare sotto, o il vano del motore. Ma è proprio quello che non devi fare in questa particolare occasione,  e ora ti spiegheremo anche il perché.

I ladri d’auto se ne inventano ogni volta di tutti i colori. Scordatevi i metodi classici che si sono sempre utilizzati per rubare un’auto. Anche perché quelli li conoscono tutti ed è naturale che gli automobilisti ormai siano più vigili e guardinghi. Ne consegue che i ladri si debbano sempre più ingegnare per trovare sempre nuovi stratagemmi per soffiarci l’auto sotto il naso, con un pretesto o un tranello cogliendoci in contropiede.

Il metodo della lattina di Coca Cola con cui ti soffiano l’auto sotto al naso

I ladri usano spesso metodi semplici e bizzarri, ma il più delle volte efficienti. Dal classicone della richiesta di aiuto con l’auto in panne, al metodo del lucchetto sulla portiera. Nel primo caso, il rapinatore agisce insieme a un complice: quest’ultimo è quello con l’auto in panne e mette in scena un guasto e una richiesta d’aiuto. L’automobilista viene tratto nella tela del ragno e mentre è distratto dal finto guasto al motore, il vero rapinatore entra in azione: si introduce nella nostra auto e la porta via molto facilmente se non ci siamo curati di non lasciare le chiavi sul quadro.

Auto lattina ruota

Allo stesso modo funziona il metodo della lattina di Coca Cola, e se vogliamo in modo ancora più efficiente per i ladri, perché non richiede la presenza di un complice. Il meccanismo del furto è tanto semplice quanto geniale: una lattina viene spinta sotto l’auto e inevitabilmente fa un forte rumore quando il conducente inizia a guidare l’auto. Allertato dal forte chiasso, quest’ultimo si ferma rapidamente per controllare cosa c’è che non va nel semiasse. Il più delle volte lo fa di fretta, lasciando l’auto aperta e le chiavi penzolanti. A questo punto il ladro interviene e passa alla finalizzazione dl furto con la prossima mossa: si introduce nell’abitacolo della nostra auto accendendo il motore, mentre l’autista, che è rimasto vicino al cofano, assisterà impotente al furto della sua macchina.

Poiché sta succedendo a moltissimi, consigliamo sempre di togliere le chiavi e chiudere la serratura delle portiere anche per brevi soste nei paraggi.