Home » “10 punti sulla patente e 600€ di multa”, questa dimenticanza ti rovina: i controlli stanno aumentando

“10 punti sulla patente e 600€ di multa”, questa dimenticanza ti rovina: i controlli stanno aumentando

Le principali cause di incidenti stradali in Italia, stando ai dati diffusi dall’Istat, sono la distrazione alla guida, la mancata precedenza e l’eccesso di velocità. Quest’ultimo è anche la causa maggiore di morte sulle strade, unita all’uso del cellulare alla guida. Questo perché non ci vuole uno scienziato per capire che un urto ad alta velocità ha conseguenze molto più pesanti sull’abitacolo e quindi anche su conducente ed eventuali passeggeri, per via delle lamiere che si accartocciano in seguito all’urto. A volte l’airbag non è semplicemente sufficiente.

Le mancate precedenze sono sicuramente il maggior fattore di sinistri in città, dove troviamo incroci e rotatorie praticamente a ogni isolato. I motivi per cui questo accade sono tanti: non si conosce il codice della strada e le regole della precedenza nei vari casi, la distrazione, la fretta ma anche il menefreghismo e la prepotenza.

Segnaletica verticale precedenza
Segnaletica verticale precedenza

E quindi come funzionano le precedenze? Chi viene da destra ha sempre la precedenza? Non è così semplice, e in caso di incidente ci può essere un concorso di colpa anche se la precedenza è stata rispettata, ad esempio se è comprovato che uno dei due automobilisti avesse il telefono in mano oppure se fosse riscontrato un eccesso di velocità. Poi ci sono i semafori e in quel caso è difficile potersi sbagliare. Le rotatorie, in tal senso, aiutano molto a semplificare le regole della precedenza e a ridurre i tassi di incidente.

Stabilire torto e ragione in caso d’incidente agli incroci e rotatorie è quindi abbastanza complesso e ne abbiamo parlato diverse volte. Questa volta ci andremo a occupare dei casi più semplici e delle sanzioni per i neopatentati.

Segnaletica di precedenza e sanzioni

Il cartello che vedete in foto sotto è inequivocabile: obbliga a dare la precedenza a tutti i veicoli che si trovano già nella strada principale o che stanno sopraggiungendo, e questo vale sia per quelli che sopraggiungono da destra che quelli che sopraggiungono da sinistra.

Arrivando all’incrocio bisogna rallentare in modo consono al tipo di strada, e apprestarsi a fermare il veicolo in concomitanza con la cosiddetta linea di arresto. Se però la strada dovesse essere completamente sgombra e non sopraggiunge nessun veicolo, allora si può riprendere velocità invece di arrestarsi completamente.

Non rispettando questa norma del CdS e causando quindi un incidente, la responsabilità sarà sempre tua, e in più i vigili possono elevare una sanzione anche in caso di mancato incidente. Le conseguenze sono le seguenti:

  • multa da € 167 a € 665
  • decurtazione di 5 punti dalla patente
  • sospensione della patente da 1 a 3 mesi in caso di recidiva biennaleMulta precedenza poliziaSegnaletica verticale precedenza

La fermata oltre la linea di arresto è considerata pure infrazione e comporta ammenda che va da € 42 a € 173 e la decurtazione di 2 punti dalla patente. In più, i neopatentati, ovvero chi ha conseguito la patente da meno di 3 anni, avranno le sanzioni raddoppiate per quanto riguarda i punti: quindi rischiano fino a €665 e ben 10 punti decurtati.