Home » Autostrade, da oggi ti ridanno i soldi dei pedaggi: ecco come fare la richiesta

Autostrade, da oggi ti ridanno i soldi dei pedaggi: ecco come fare la richiesta

I pedaggi sono una fastidiosa spesa per chi viaggia spesso in autostrada, che può diventare pesante, soprattutto in certi tratti dove il costo diventa veramente alto. Ma non tutti sanno che è possibile riavere indietro i soldi pagati al casello autostradale. Ci sono diverse motivazioni per cui questo è possibile, andiamo a vederle insieme in questo articolo.

Vi avevamo già parlato dell’app per smartphone Free to X, che offre vari servizi all’automobilista ed è sviluppata in collaborazione con Autostrade per l’Italia. In molti la utilizzano esclusivamente per rilevare la presenza di Tutor, ma non serve solo a questo. Infatti può essere usata per lo scopo che ci interessa.

Casello autostradale

Autostrade per l’Italia facilita infatti il rimborso dei pedaggi autostradali attraverso l’app Free to X, che però è possibile solo in determinati casi in cui casi, che ora andremo a vedere insieme.

Rimborso dei pedaggi autostradali, come funziona il cashback di Autostrade per l’Italia

 

Il rimborso dei pedaggi autostradali è possibile in caso di ingorghi o di cantieri, ed arriva con il nuovo cashback di Autostrade per l’Italia. Il cashback targa è già operativo dal 29 aprile 2022, ed è accessibile attraverso l’app Free To X, scaricabile gratuitamente dagli store per dispositivi Android e IOS, Google Play Store e App Store.

Il via libera al cashback arriva anche dopo la conclusione del procedimento di inottemperanza avviato dall’Antitrust nei confronti di Aspi. Da ora in avanti, infatti, i consumatori svilupperanno il diritto a ottenere rimborsi compresi tra il 25% e il 100% del pedaggio. L’entità del rimborso dipende dalla quantità di chilometri percorsi ma anche e soprattutto dal ritardo accumulato a causa dei disservizi generati dai cantieri, e di cui l’automobilista pagante non ha ovviamente alcuna colpa, anzi ne riceve un danno.

Ma come fare a ottenere il rimborso dei pedaggi autostradali? Ve lo spieghiamo in modo pratico.

Rimborso pedaggio

Grazie alle nuove tecnologie digitali, il rimborso previsto dal cashback avviene in modo automatico, calcolato  in base all’effettivo tempo di percorrenza. Ma quando si entra nella fascia di diritto al rimborso? Il rientro in questa fascia di diritto al rimborso del pedaggio autostradale avviene quando il normale tempo di viaggio viene superato di una certa quantità di tempo, ad esempio 10 minuti di ritardo per un viaggio di venti minuti. Il rimborso viene calcolato in maniera proporzionale, quindi se ad esempio un viaggio di 4 ore subisce un ritardo di 20 minuti, non si ha diritto ad alcun rimborso.

Nello specifico, il cashback è valido per le tipologie di transiti su:

  • tratti con ingresso e uscita su rete ASPI;
  • tratti con ingresso su rete ASPI e uscita su altra concessionaria;
  • tratti con ingresso su altra concessionaria e uscita su rete ASPI;
  • tratti con ingresso e uscita su altra concessionaria, con attraversamento su rete ASPI.