Home » Porsche Macan si rinnova: prestazioni da urlo ed elettrificazione | una vera bomba

Porsche Macan si rinnova: prestazioni da urlo ed elettrificazione | una vera bomba

La Porsche Macan è uno status symbol dell’eleganza e delle prestazioni, un imponente SUV che non rinuncia a niente, in piena tradizione Porsche. La buona notizia è che è in arrivo il nuovo modello, che punterà tutto sull’elettrificazione. Oggi sappiamo molto dettagli in più.

La versione elettrica arriverà nel 2024 e sarà un modello molto importante per la strategia di elettrificazione della casa automobilistica tedesca. Per questo SUV a batteria, quindi sprovvisto completamente di motore endotermico, il produttore utilizzerà tutta l’esperienza acquisita con la Taycan, che da questo punto di vista ha fatto da apripista per la casa tedesca. Posche, con la Macan EVm farà debuttare la nuova piattaforma PPE sviluppata in collaborazione con Audi e Volkswagen.

Porsche Macan

Potenza, agilità e tempi di ricarica ridotti all’osso: queste sono le promesse della nuova Porsche Macan elettrica. Il primo SUV 100% elettrico della casa automobilistica tedesca è quasi pronto per mostrarsi al grande pubblico e i collaudatori sono impegnati a girare il mondo per mettere a punto quella che sarà la promotrice della PPE (Premium Platform Electric), la nuova piattaforma del Gruppo Volkswagen sviluppata per le elettriche di alta gamma, e utilizzato anche da Audi (e presumibilmente anche Seat e Skoda facendo parte dello stesso gruppo automobilistico).

Porsche Macan EV: prestazioni e autonomia

Efficienza davanti a tutto. Modulare e con il battery pack ancora una volta posizionato nel pianale sotto l’abitacolo, il PPE eredita dalle sportive Taycan e Audi e-tron GT l’architettura a 800V con possibilità di ricarica in corrente continua fino a una potenza massima di 270 kW, ma rinuncia alla trasmissione a due velocità a favore di nuove soluzioni tecniche per migliorare l’efficienza e la distribuzione dei pesi.

Tra tutte spicca quella che Porsche chiama Integrated Power Box, una “scatola” posizionata davanti all’asse posteriore in corrispondenza della seconda fila di sedili che integra al suo interno il caricabatterie, il convertitore di potenza DC-DC e il sistema di riscaldamento della batteria ad alta tensione. I due motori, uno per asse, sincronizzati con magneti permanenti sono stati evoluti rispetto alle unità della Taycan con un raffreddamento più efficace (ad acqua) e una diversa disposizione dei magneti all’interno del motore.

Veloce, anche quando si fa il “pieno”. La nuova Porsche Macan elettrica sarà disponibile in più livelli di potenza, con le versioni più performanti in grado di erogare fino a circa 610 CV e 1.000 Nm di coppia massima. Dalle parti di Stoccarda i dettagli ancora latitano  in merito ai tempi di accelerazione e alla velocità massima, così come sull’autonomia della batteria, ma quel che è certo è che la Macan EV avrà come obiettivo primario la combo autonomia-velocità di ricarica, così da abbattere i tempi morti e le soste alle colonnine. Infatti, caricando l’auto a una colonnina da 350 Kw basteranno 25 minuti per caricare l’auto fino all’80% partendo dal 5% di carica residua.

Una foto spia della Macan EV scattata da AutoScout
Una foto spia della Macan EV scattata da AutoScout

L’appuntamento per il debutto è fissato quindi al 2024, ma prima di allora avremo sicuramente tanti altri dettagli in più. Stay tuned!