Home » “Hanno acceso le telecamere”, multe a raffica agli automobilisti: si arriva a 300€ | Ecco cosa controllano

“Hanno acceso le telecamere”, multe a raffica agli automobilisti: si arriva a 300€ | Ecco cosa controllano

Sempre più spesso assistiamo a comportamenti selvaggi di automobilisti senza scrupoli, che per fare prima, per fretta, o semplicemente per inciviltà innata e reticenza a non rispettare le regole del Codice della Strada, guidano l’auto come se fosse una pista di Go kart, invadendo le corsie proibite, quella del senso di marcia opposto e preferenziali, rischiando costantemente di commettere incidenti e di compromettere l’incolumità di altri automobilisti e pedoni.

Ma c’è una novità in arrivo sulle strade. Le telecamere, preziosi occhi elettronici, vengono sempre più utilizzate per garantire la sicurezza sulle strade. Non solo videosorveglianza per ricostruire crimini o foto prova per le infrazioni di eccesso di velocità con gli autovelox. Le abbiamo infatti viste in alcuni semafori per farli diventare smart e aiutare a smaltire le code, e sembra che adesso siano state adibite ad altro utilizzo.

Telecamere Roma

Come testimoniano le nuove telecamere installate in alcune zone di Roma.

Le nuove telecamere installate a Roma ti beccano senza possibilità di scampo

Sulle corsie preferenziali, non finiremo mai di ricordarlo, possono viaggiare solo veicoli adibiti al trasporto pubblico come taxi e gli Ncc oltre alle linee di trasporto pubblico locale, ma ovviamente anche le autoambulanze, automediche e tutte quelle delle forze dell’ordine.

Se invece una corsia preferenziale è chiusa anche ai taxi e agli Ncc, il divieto è indicato da un’apposita segnaletica. Sulle corsie preferenziali aperte ad autobus e taxi possono transitare i veicoli del car sharing.

I veicoli al servizio delle persone con disabilità, muniti di apposita segnaletica, possono circolare sulle corsie preferenziali se necessario (ad eccezione di quelle riservate al solo trasporto pubblico).

Poiché gli automobilisti abusavano delle corsie preferenziali impedendo il libero transito dei veicoli adibiti al trasporto pubblico e delle vetture delle forze dell’ordine, sono state attivate le telecamere di controllo dei transiti non autorizzati sulle corsie preferenziali.

In particolare, a Roma, sono state attivate in via Emanuele Filiberto; viale Libia e viale Eritrea; via Cicerone; via Vittoria Colonna; lungotevere dei Sangallo; via Volturno; via dei Fori Imperiali e via Laurentina (corridoio della mobilità Laurentino).

Queste telecamere sono accese  24 ore su 24, tutti i giorni, festivi compresi. Chi verrà sorpreso a invadere le corsie riservate al trasporto pubblico, ha una multa praticamente assicurata che va da un minimo di 88 a un massimo di 333 euro.

Telecamere multe per invasione corsia preferenziale

Alla base di questo provvedimento – ha affermato l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè – vi è l’obiettivo di dissuadere da comportamenti illegittimi, che creano disagio al trasporto pubblico, tutti coloro che non sono titolati a transitare sulle corsie preferenziali”.

Al momento sono state avvistate solo a Roma, ma potrebbero essere installate anche in altre città, e senza preavviso. Quindi, prima di invadere una corsia preferenziale, pensateci bene. Soprattutto se vedete dei nuovi occhi elettronici!