Home » 777 Hypercar, solo 7 esemplari da 7 milioni di euro I Il bolide sembra l’auto di un supereroe

777 Hypercar, solo 7 esemplari da 7 milioni di euro I Il bolide sembra l’auto di un supereroe

Ci sono auto che definire “da sogno” non è un’esagerazione. Ed è proprio questo il caso dell’appena svelata supercar di 777 Motors, debutta con un bolide firmato Dallara. Il nome? Sembra una banalità, ma 777 Hypercar ha un significato ben preciso, che scoprirete leggendo questo articolo.

Hypercar 777 ed è un’auto assolutamente non comune. Non solo perché ha caratteristiche tecniche e prestazioni sorprendenti, ma anche perché viene consegnata ai suoi selezionati proprietari in un modo molto speciale. A cominciare dal fatto che gli acquirenti non potranno portarla a casa, perché starà in deposito, pronta per essere utilizzata con tutto l’armamentario di una vera auto da corsa (telemetria, ingegneri di pista, tecnici dedicati) sul circuito di Monza, dove la 777 dovrebbe girare in 1:33 minuti (per ricordare che l’auto che ha conquistato la pole position nel round brianzolo del Campionato Mondiale WEC 2022 ha fatto segnare un tempo sul giro di 1 minuto e 35 secondi).

777 Hypercar: una linea da sogno
777 Hypercar: una linea da sogno

“Abbiamo lavorato con i nostri partner per più di due anni per sviluppare una hypercar libera dai vincoli dei grandi costruttori o dalle regole restrittive del motorsport”, ha dichiarato Andrea Levy, imprenditore, collezionista, direttore del Monza Motor Show di Milano e promotore del progetto 777 Motors, in occasione della presentazione della vettura.

“Siamo felici di poter contribuire alla nascita di un marchio automobilistico diventandone la sede per lo sviluppo di un progetto ambizioso e avveniristico, alta espressione di creatività, ricerca tecnologica e stile ‘made in Italy’“, ha sottolineato Alessandra Zinno, Direttore Generale dell’Autodromo Nazionale Monza. Dopo aver festeggiato cento anni di storia gloriosa, si prepara a un futuro in cui l’innovazione giocherà un ruolo fondamentale.

L’auto, che non è omologata per la circolazione stradale, e potrà quindi essere utilizzata in pista,  ha un aspetto molto affascinante, a che ricorda sia vettura Gruppo C degli anni ’90 che anche i prototipi ibridi che parteciperanno nei prossimi anni al Campionato del Mondo Endurance. Il nome? Tutto un programma: tre sette per un significato ben preciso. Il primo 7, come 7 milioni di euro che è il suo prezzo, il secondo 7 sta a indicare il numero di esemplari costruiti (tiratura limitatissima) e il terzo 7  sta per i suoi cavalli: ben 730

777 Hypercar, tutti i dettagli tecnici e le prestazioni

In questo caso, tuttavia, il motore è un fiero concorrente, un V8 da 4,5 litri Gibson Technology con 730 cavalli che lancia  la 777 a velocità folli non solo sui rettilinei: una carrozzeria in fibra di carbonio progettata e costruita da Dallara, omologata FIA, sospensioni da corsa, un limite di peso di 900 kg e un’aerodinamica estrema (2,1 tonnellate di deportanza a 370 km/h) le consentiranno un’accelerazione laterale di 3,5-4 G in curva per un’ottima tenuta di strada.

E lo farà anche in modo estremamente ecologico, emettendo solo pochi grammi di CO2 per chilometro, perché il 777 funzionerà con benzina sintetica, che produce il 65% di sostanze inquinanti in meno rispetto ai combustibili fossili.

Per sfruttare il suo enorme potenziale, deve essere più che pronto, non solo tecnicamente ma anche fisicamente. Ecco perché, molto prima della consegna del veicolo nel 2025, i sette acquirenti riceveranno a casa, oltre all’abbigliamento Sparco e al casco Stilo con sistema di comunicazione integrato, un dispositivo per rafforzare i muscoli del collo e un simulatore di guida montato su un telaio con cinture attive e un sistema di movimento a tre gradi di libertà che consente di riprodurre le forze in gioco durante la guida reale.