Home » Bollo auto, c’è chi non lo ha mai pagato: ecco cosa succede

Bollo auto, c’è chi non lo ha mai pagato: ecco cosa succede

pagamento-bollo-auto-corporate-solomotori.it
pagamento-bollo-auto-corporate-solomotori.it

In Italia, il bollo auto è una tassa obbligatoria per tutti i proprietari di veicoli a motore. Tuttavia, capita che alcuni automobilisti non lo paghino mai

In Italia, si stima che circa 2 milioni di proprietari di veicoli non paghino il bollo auto. Le motivazioni sono diverse, prima fra tutte la dimenticanza. La scadenza del bollo auto può sfuggire facilmente, soprattutto se si possiedono più veicoli.

In periodi di crisi le difficoltà nel pagamento del bollo sono di natura economica. Per alcune famiglie, infatti, il pagamento del bollo auto può rappresentare un sacrificio gravoso. In altri casi, la scelta di non pagare il bollo auto è deliberata e nasce dalla volontà di evadere il fisco.

Se ci si accorge di non aver pagato il bollo auto, è importante regolarizzare la propria posizione il prima possibile. Per farlo, è necessario pagare il bollo auto scaduto, comprensivo di sanzioni e interessi.

Dopo averlo fatto, si deve presentare domanda di revoca del fermo amministrativo all’Agenzia delle Entrate. Se il veicolo è stato radiato, sarà necessario presentare domanda di reimmatricolazione al PRA.

Cosa succede a chi non paga il bollo auto?

Le conseguenze per chi non paga il bollo auto sono severe e possono variare a seconda del tempo di ritardo nel pagamento. La sanzione minima per il mancato pagamento del bollo auto è pari all’1,67% dell’importo dovuto. La percentuale aumenta con il passare del tempo, fino ad un massimo del 37,5% per i ritardi superiori a un anno. Oltre alla multa, il proprietario del veicolo dovrà pagare anche gli interessi moratori, calcolati sulla base dei tassi legali.

ritardo-pagamento-tasse-auto-corporate-solomotori.it
ritardo-pagamento-tasse-auto-corporate-solomotori.it

Se il bollo auto non viene pagato per un periodo di tempo prolungato (solitamente più di 24 mesi), l’Agenzia delle Entrate può disporre il fermo amministrativo del veicolo. In questo caso, il mezzo non potrà più circolare fino al pagamento del bollo e delle sanzioni accumulate. Nei casi più gravi, il veicolo può essere radiato dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Questo significa che il mezzo non potrà più essere utilizzato e dovrà essere sottoposto a una nuova immatricolazione, con il pagamento di tutte le relative tasse.

Oltre alle sanzioni amministrative, chi non paga il bollo auto rischia anche sanzioni penali. In particolare, l’articolo 277 del Codice della Strada prevede una sanzione amministrativa da 200 a 400 euro per la circolazione di un veicolo con bollo auto scaduto. In caso di recidiva nei due anni, l’auto può essere sottoposta a sequestro cautelare per un periodo fino a un mese.