Auto usate: come sceglierle in sicurezza

Di , scritto il 24 Gennaio 2017

Negli ultimi decenni l’usato è stato sempre più richiesto nel settore automobilistico. Nella maggior parte dei casi per via delle restrizioni economiche con cui dobbiamo convivere in tempi di crisi, in altri casi perché il veicolo è destinato a dei neopatentati; per altre persone la scelta è invece dovuta a una maggiore attenzione all’ambiente che passa per la riduzione degli sprechi. Qualunque sia la motivazione, prima di acquistare una vettura usata è bene effettuare alcune valutazioni che minimizzeranno rischi e spiacevoli sorprese. Ecco alcuni consigli:

* Decidere se optare per l’acquisto da un privato oppure da un concessionario. Nel primo caso mediamente si spunta un prezzo migliore, ma in caso di contenzioso è il compratore a dovere dimostrare che l’auto usata era difettata. Invece i rivenditori professionisti, pur aggiungendo un loro margine di guadagno al prezzo finale, sono un canale più rassicurante: con loro l’acquirente ha diritto a far valere la Garanzia legale di conformità, della durata di 24 mesi. Il contratto stipulato solitamente copre le spese di riparazioni dei guasti (nel senso di ripristino delle condizioni di conformità del veicolo rispetto al momento della consegna) e nei casi peggiori concede anche la sostituzione della vettura oppure la risoluzione netta del contratto (il compratore restituisce l’auto, il venditore rimborsa il denaro sottraendo il valore equivalente alla percorrenza fatta).
* Verificare il reale chilometraggio dell’auto: il contachilometri dovrebbe in teoria dare informazioni giuste, ma è anche possibile manometterlo. Perciò è opportuno chiedere al venditore i tagliandi e i documenti relativi alla manutenzione svolta in passato.
* Oltre alla carrozzeria, all’abitacolo, ai cristalli e alle luci anche la meccanica dell’auto dovrebbe essere ispezionata e valutata de visu da un meccanico di fiducia (telaio, vano motore, sospensioni, pistoni, testate, cambio, ammortizzatori, pneumatici). Va da sé che, non trattandosi di un veicolo nuovo, le componenti non potranno essere sempre perfette, ma il loro stato dovrebbe essere compatibile con l’età del mezzo.
* Controllo dei dati burocratici. Verificare che numero di targa, di telaio e del motore corrispondono a quelli riportati sul libretto. Il libretto di manutenzione, che è un documento obbligatorio, deve riportare in ordine cronologico tutti gli interventi effettuati negli anni. Rivolgendosi al PRA (pubblico registro automobilistico) si può ottenere anche l’estratto cronologico della vettura: si può farlo recandosi direttamente allo sportello, ma anche via Internet oppure attraverso le agenzie specializzate.
* Esigere un giro di prova, possibilmente insieme a un meccanico per valutare rumori, frenate, sospensioni, fluidità del cambio. In questo senso sono ideali le condizioni offerte da agenzie come HertzRent2Buy.it vendono auto usate previo test drive gratuiti di ben tre giorni, senza impegno.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009