Pit Bike: che cosa sono e perché sono diventate famose?

Di , scritto il 24 Agosto 2019
Pit Bike

Il mondo del motociclismo è diventato sempre più ampio e tecnico negli anni, in virtù delle tante tipologie di gara e competizioni che si sono sviluppate dagli anni ’90: se un tempo motociclismo significava soltanto osservare i prodigi di Valentino Rossi, oggi si assiste ad una grande varietà di sport, come motociclismo, superbike, motocross e, in ultimo, gare con pit bike. Ma che cosa sono le pit bike e perché hanno ottenuto grande successo?

La differenza tra moto da pista e moto da cross

La più grande differenza, sia dal punto di vista agonistico che dal punto di vista tecnico, a cui si può assistere guardando a motociclismo e moto da cross è dettata sicuramente dall’utilizzo di due tipologie di moto differenti: moto da pista e moto da cross. Le differenze tra queste due tipologie di moto sono più di quante si possono immaginare, e riguardano struttura della moto e motore.

Con un telaio più leggero, gomme più adatte a sterrati chiusi (cross) e un utilizzo completamente diverso le moto da cross rappresentano una variante molto positiva delle classiche moto da pista. Queste ultime, allo stesso tempo, sono solo dei prototipi da utilizzare nelle competizioni ufficiali e non vendibili nel mercato (anche se una caratteristica che accomuna moto GP e superbike porta a vendere modelli molto simili e con poche differenze).

Che cosa sono le pit bike?

Le pit bike rappresentano una variante piuttosto innovativa e giovanile delle classiche moto da cross. Diventate celebri a partire dagli anni ’90, esse sono state sempre più apprezzate dalla popolazione americana in virtù di film e serie tv che ne hanno pubblicizzato l’utilizzo: osservando salti mortali e altre acrobazie, in molti hanno voluto subito appropriarsi i modelli che sul mercato sono disponibili per migliaia di dollari.

La prima casa di produzione a rendersi conto e sfruttare il grande successo delle pit bike è stata la Honda che, basandosi su un modello di moto da cross, ha deciso di assottigliare il telaio e accessoriarlo in modo da permettergli i movimenti e prestazioni eccezionali. Dopo il successo della Honda, la Kawasaki ha deciso di replicare l’esperimento nel 2002.

Oggi le pit bike sono utilizzate in un campionato specifico che si tiene in California e che porta gli Stati Uniti ad essere l’unica patria di questa forma di sport che si presenta sotto forma di professionismo. In tutti gli altri casi le moto da corsa sono utilizzate essenzialmente per esibizioni o mostre specifiche soltanto dagli amanti del settore.

Come effettuare ricambi e acquisti delle pit bike

Una volta acquistata la propria pit bike si può personalizzare la propria moto da corsa nel migliore dei modi, badando a tutti i dettagli possibili che possono rendere il proprio strumento da invidiare. Per questo motivo, che si voglia acquistare una vera e propria pit bike o alcune delle sue componenti, si può far riferimento a una serie di negozi specializzati, piattaforme online specifiche o e-commerce che possano aiutare il cliente in tutti i suoi possibili acquisti.

Tra gli acquisti che possono essere effettuati ci sono quelli di accessori fiammanti e spettacolari, ma non solo: allo stesso tempo, infatti, si possono acquistare anche pezzi importanti come motori, cambi, freni, sellini, manubri, acceleratori, frizioni, pneumatici, telai e personalizzazioni nella componente esterna attraverso l’applicazione di motivi o texture cromatiche specifiche.

Tutti questi strumenti possono essere acquistati utilizzando tutti i circuiti di pagamento possibili, che sono state da uno store online: tra questi ci sono carte di credito, carte prepagate come Postepay o altri metodi di pagamento online come Paypal. In questo modo, con tutte le garanzie di sicurezza possibili, si potrà personalizzare la propria pit bike nel modo migliore possibile.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009