Seat Leon ST: l’offerta per il mercato italiano

Di , scritto il 25 Novembre 2013

LeonSTE’ stata resa nota l’offerta della nuova Seat Leon ST per il mercato italiano: ecco gli allestimenti e i prezzi.

Questo nuovo allestimento station wagon si aggiunge alla già ampia offerta relativa alla Seat Leon: si tratta di un modello che cerca di esaltare al massimo le caratteristiche di una familiare (comfort, spaziosità, versatilità), ma che nel contempo non perde di vista il design e la ricchezza delle dotazioni. Grazie alla particolare conformazione della parte posteriore e ai suoi 4.54 metri di lunghezza, la Seat Leon ST riesce a raggiungere i 587 litri di capienza del bagagliaio, che diventano 1470 abbattendo i sedili posteriori. Dal punto di vista estetico sono da segnalare il nuovo disegno dei fari posteriori, l’aggiunta dei mancorrenti longitudinali, i particolari disegni dei cerchi in lega. L’offerta si articola sui tre allestimenti Reference, Style e FR, caratterizzati da dotazioni di serie sempre più ricche, ma che sono accomunati dalla presenza di: climatizzatore manuale, display da 3.5 pollici per la strumentazione, regolazione elettrica degli specchietti, radio abbinata a uno schermo touchscreen da 5 pollici, 7 airbag, ASR, ESC, sistema di controllo della pressione delle gomme.

I motori a disposizione, abbinabili sia al cambio manuale che a quello automatico DSG a doppia frizione, includono i benzina 1.2 TSI da 86 o 105 CV e 1.4 TSI da 122 CV, e i diesel 1.6 TDI da 90 o 105 CV e 2.0 TDI da 150 o 184 CV. Il listino prezzi parte dai 18.870 euro richiesti per la Leon ST Reference con motore 1.2 TSI da 86 CV, fino ad arrivare ai 28.150 euro per la FR con motore 2.0 TDI da 184 CV e cambio automatico DSG.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009