Tre nuovi modelli per la Golf Variant di Volkswagen

Di , scritto il 28 Maggio 2015

Golf Variant 2015Volkswagen ha di recente ampliato la già apprezzata gamma della Golf Variant con 3 nuovi modelli, caratterizzati da uno spirito sportivo ed eccellenti prestazioni. Si chiamano Alltrack, GTD Variant e R Variant. Vantano tutti ricche dotazioni, come ad esempio il sistema elettronico di stabilità ESC assistito dall?assistente di controsterzata e stabilizzazione del rimorchio, il dispositivo antislittamento ASR e il sistema che recupera la coppia in frenata MSR. Inoltre, la Alltrack e la GTD Variant possiedono anche un sistema di frenata anticollisione multipla, bloccaggio elettronico del differenziale EDS sulle quattro ruote e differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS+ su tutti e due gli assi.

Per quanto concerne le motorizzazioni, la nuova Golf Variant Alltrack potrà avere tre tipi di turbodiesel: 1.6 TDI da 110 CV, 2.0 TDI da 150 oppure da 184 CV. Sarà anche munita di cambio a doppia frizione DSG e con trazione integrale di serie, sensori luci, sensore pioggia, Climatronic, Hill Holder (per partire in salita), fendinebbia con luci di svolta, Cruise Control, 7 airbag e potente impianto radio-CD con 8 speaker. Il prezzo? A partire da 29.400 euro.

La Golf GTD Variant avrà sotto il cofano un motore 2.0 TDI da 184 CV con cambio manuale a 6 marce con cambio DSG. E’ la più economica delle tre dal punto di vista dei consumi: solo 4,4 litri per 100 km con una velocità massima di 230 km/h.

La Golf R Variant è il più sportivo dei tre modelli: ha una trazione integrale, un motore 2.0 turbo benzina da ben 300 CV e può passare da 0 a 100 km/h in appena 5 secondi, con una velocità massima di 250 km/h.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009