Tagliando RC auto: dal 18 ottobre arriva il formato elettronico

Di , scritto il 28 Settembre 2015

Continua il processo di dematerializzazione del settore assicurativo che a breve vedrà la scomparsa del vecchio tagliando RC auto

Il tagliando RC auto, esposto bella vista sui vista sui veicoli, va in pensione e cede il posto alla versione digitale. Il processo di dematerializzazione del settore assicurativo continua ad avanzare, coinvolgendo questa volta il certificato di proprietà degli autoveicoli e il tagliandino giallo delle assicurazioni. Del resto anche gli strumenti per gestire le soluzioni assicurative sembrano convergere verso il web, basti pensare alla grande esplosione delle assicurazioni online e al successo riscosso tra gli automobilisti. A chi fosse interessato a valutare la convenienza di queste soluzioni basta leggere la guida di Direct Line disponibile sul sito di SuperMoney, o quella di Genertel o di qualunque altra compagnia assicurativa online monitorata dal portale.

La trasformazione digitale del settore assicurativo è partita con la creazione del primo Archivio Integrato Antifrode, un vero database unico integrato in grado di raccogliere tutte le informazioni fornite dalle varie compagnie assicurative. Un traguardo importante che di certo ha segnato un enorme passo in avanti in materia di controlli e sicurezza. Le ultime novità prenderanno il via dal prossimo 5 ottobre, quando il certificato di proprietà del veicolo diventerà digitale, abbandonando definitivamente il vecchio formato cartaceo.

Tagliando rc auto: ecco cosa accadrà dal prossimo 18 ottobre

L’altra grossa novità arriverà il prossimo 18 ottobre quando non sarà più obbligatorio esporre il vecchio tagliando rc auto sul parabrezza dell’auto. Ciò vuol dire che non si dovrà più esporre il contrassegno assicurativo sul parabrezza dell’auto perché il controllo della copertura assicurativa verrà effettuato attraverso la rilevazione della targa del veicolo. Quindi le Forze dell’Ordine potranno effettuare i loro controlli utilizzando i dispositivi di controllo a distanza, come tutor, autovelox e le telecamere posizionate nelle ZTL, che permetteranno l’accesso diretto al registro delle polizze assicurative RC Auto.

Il processo di dematerializzazione continuerà anche nei mesi successivi e coinvolgerà progressivamente tutti gli altri documenti legati alle pratiche di proprietà, come ad esempio gli atti di vendita e i passaggi, per poi coinvolgere tutte le altre procedure relative alla proprietà del mezzo. L’obiettivo finale degli interventi è eliminare tutti i documenti cartacei, facilmente falsificabili, e quindi ridurre i numerosi casi di frode ai danni delle compagnie assicurative. Un problema che affligge da anni il settore assicurativo italiano provocando i continui aumenti delle polizze.

Digitalizzazione del settore assicurativo

La progressiva digitalizzazione dei documenti fa parte della riforma Madia della pubblica amministrazione, ancora in attesa del decreto legislativo di attuazione, che porterà a un documento unico digitale contenente i dati sia di proprietà sia di circolazione della vettura. Nella prima fase di transizione, le compagnie continueranno a consegnare agli assicurati il tradizionale tagliando giallo di carta che non dovrà essere esposto sul parabrezza e avrà soltanto finalità informative. Terminata questa fase, il tagliando non verrà più consegnato, ma le sanzioni si faranno molto più severe e tutti i trasgressori dovranno pagare delle multe con importi compresi da un minimo di 841 a 3.366 euro.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009