VW+Bosch: “matrimonio” ricco

Di , scritto il 28 Novembre 2007

boschCon la nuova Tiguan, Volkswagen presenta il primo motore diesel a quattro cilindri con I’innovativo sistema di iniezione interamente sviluppato da Bosch. Quello che lo distingue da tutte le soluzioni precedenti è la forte riduzione del consumo di carburante e dei valori delle emissioni, oltre alla netta diminuzione della rumorosità.

Inizialmente verrà lanciato sul mercato un motore da 2.0 litri che eroga 103 KW (138 cavalli) con un valore di coppia straordinario pari a 320 Nm ad appena 1.750 giri.

La più recente tecnologia common-rail Bosch assicura prestazioni eccellenti e riduce al minimo il livello di rumorosità, rendendo il motore della Tiguan uno dei diesel a quattro cilindri più silenziosi della sua classe. Il sistema piezo-elettrico CRS3.2, è caratterizzato da una pressione di iniezione di circa 1.800 bar. Gli iniettori a otto ugelli uniti a un’iniezione multipla altamente flessibile permettono la massima efficienza di combustione, riducono al minimo le emissioni di agenti inquinanti e rendono estremamente piacevole la guida. Inoltre, questo motore common-rail è già pienamente conforme alla normativa sulle emissioni Euro 5, che entrerà in vigore nel 2009.

Bosch ha lanciato sul mercato i primi sistemi common-rail per auto destinate al trasporto di passeggeri nel 1997. Nel corso degli ultimi dieci anni l’azienda ha prodotto più di 33 milioni di questi sistemi in tutto il mondo. Oggi sono disponibili sistemi common-rail con pressioni di iniezione che variano da 1.350 a 2.000 bar. Per migliorare ulteriormente prestazioni ed emissioni, l’obiettivo di medio termine per quanto riguarda le pressioni di iniezione consiste nel superamento del tetto di 2.200 bar.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009