Skoda Rapid in vendita a dicembre: allestimenti e prezzi

Di , scritto il 28 Novembre 2012

Sono stati resi noti i prezzi e il dettaglio delle dotazioni per la nuova Skoda Rapid, a breve in vendita nelle concessionarie.

Le principali caratteristiche tecniche (che già avevamo esposto in questo articolo) sono confermate, ma resta la curiosità di sapere come si differenzieranno i vari allestimenti, e in quale fascia di prezzo si collocherà la berlina ceca. La vettura riesce a coniugare egregiamente agilità di guida e comfort dell’abitacolo, grazie anche all’ampio vano portabagagli. L’allestimento base Active fornisce di serie una vasta gamma di dotazioni di sicurezza, tra cui airbag, ESC, e ABS. La Ambition aggiunge i fendinebbia, gli specchietti regolabili elettricamente, i cerchi in lega da 15 pollici, la chiusura centralizzata e la radio con lettore MP3. Infine, la più lussuosa Elegance offre i cerchi in lega da 16 pollici, la regolazione in altezza dei sedili anteriori, i sensori di ausilio al parcheggio, il volante multifunzione e il sistema di allarme. Il parco motori prevede quattro benzina e un diesel: 1.2 da 75 CV, 1.2 TSI da 86 CV, 1.2 TSI da 105 CV, 1.4 TSI da 122 CV con cambio DSG, e il diesel 1.6 TDI da 105 CV.

Skoda Rapid sarà in vendita nelle concessionarie già a dicembre, ma attualmente è disponibile per le preordinazioni. Il listino prezzi (optional esclusi) parte dall’offerta di lancio di 13.990 euro per la Active con motore 1.2 da 75 CV. A seguire, sempre per la Active, troviamo il motore 1.2 TSI da 86 CV a 15.350 euro, il 1.2 TSI da 105 CV a 16.050 euro, il 1.4 TSI da 122 CV DSG a 18.450 euro (che diventano 20.850 sulla Elegance). Gli allestimenti con motore diesel vanno dai 18.150 ai 20.550 euro.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009