L’età degli pneumatici ha la sua importanza?

Di , scritto il 30 Maggio 2022
pneumatici

Gli automobilisti per poter utilizzare i propri veicoli, non devono solo essere in possesso delle capacità di guida, certificate dalla legge tramite il conseguimento della patente di guida necessaria, cioè la patente B.

Hanno anche obblighi di legge da rispettare, come il cambio degli pneumatici in base al periodo d’anno.

Inoltre, sempre per questioni inerenti le gomme delle loro automobili, hanno necessariamente bisogno di conoscere informazioni essenziali, come le misure che servono a scegliere ed acquistare gli pneumatici giusti per la loro automobile.

Tra le tante informazioni che bisogna conoscere per gestire al meglio la propria autovettura, è anche saper tante altre informazioni sulle caratteristiche degli pneumatici, come prestazioni, durata, sicurezza.

Proprio sulla durata delle gomme, c’è da dire una cosa: tutte le cose hanno una loro età, e gli pneumatici di un’auto non fanno eccezione.

Parliamo dell’età delle gomme per automobili: c’è un modo per sapere quanti anni ha una gomma, e questa informazione è molto utile, anzi essenziale soprattutto sul piano della sicurezza alla guida. L’uso di pneumatici troppo vecchi può essere pericoloso per i conducenti e gli altri passeggeri. Ma come posso sapere l’età del pneumatico? Perché è importante?

I produttori di pneumatici hanno scelto di indicare la data e il luogo di produzione tramite un’abbreviazione visualizzata sul lato di ogni pneumatico: il codice DOT (Department of Transportation).
Questo è un codice abbastanza dettagliato, composto da tre gruppi alfanumerici.

Ad esempio, nel codice DOT B94W RTZP 1815, troviamo:

  • B94W indica il produttore del pneumatico (B9), la misura del pneumatico è 4W;
  • RTZP è il codice opzionale del produttore;
  • 1815 rappresenta la data di produzione del pneumatico, in questo caso la 18a settimana del 2015

Fai attenzione: il codice che costituisce l’ultima parte del DOT è solitamente composto da 4 cifre. Se ti imbatti in uno pneumatico con solo 3 ultime cifre, significa che è un esemplare vecchio e pericoloso da usare su strada.
Si tratta di pneumatici risalenti ad un periodo precedenti al 2000.

Le gomme hanno una scadenza?

Nella legge italiana non ci sono requisiti specifici per l’età della gomma. La loro efficacia dipende dalle caratteristiche del prodotto e da molti altri fattori, quali:

  • le condizioni di utilizzo in relazione allo stile di guida del conducente
  • come e dove vengono stoccati i pneumatici quando non utilizzati; i fenomeni climatici e atmosferici a cui sono legati sottoposto.

Anche gli pneumatici di pochi anni di vita rischiano di diventare inutilizzabili se non conservati in buone condizioni. Tuttavia, qualcuno ha cercato di fornire una data di scadenza. Infatti, l’Associazione Europea dei Produttori di Pneumatici (ETRTO) ha stabilito che uno pneumatico può essere considerato nuovo per 3 anni dopo la produzione.

Perché hai bisogno di conoscere l’età dei tuoi pneumatici?

Le normative autostradali impongono che gli pneumatici installati sui veicoli in circolazione debbano essere perfettamente funzionanti. Se guidi con pneumatici in cattive condizioni, sarai soggetto a multe e sanzioni, come:

  • 338,00 Euro di multa
  • Due punti in meno sulla patente di guida.

Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009