3008 GT Line, il nuovo ammaliante crossover di Peugeot

Di , scritto il 30 Ottobre 2018

Peugeot 3008 GT Line è un veicolo del segmento C che strizza l’occhio alla fascia di vetture top di gamma. Possiede un look affascinante, dinamico, decisamente sportivo, e ottime rifiniture, tra cui spicca il grande numero di cromature esterne.

Una delle novità del nuovo cross-over è la presenza del cambio automatico a 8 rapporti EAT8, sviluppato insieme all’azienda giapponese Aisin, che consente una marcia assai fluida, senza cali di potenza. Volendo il cambio automatico può diventare manuale (anche azionato mediante levette poste dietro il volante). La trasmissione EAT8 è di serie soltanto sulla versione da 180 CV, mentre è un optional su quella dCi 130 CV (costa 1.950 euro in più).

Il motore turbodiesel consente un’accelerazione eccellente, specialmente se ci si serve del tasto Sport situato alla base della leva del cambio EAT8 (che velocizza i tempi di cambiata e la risposta del motore). Il dispositivo Start&Stop si inserisce senza ritardi nelle frenate convinte, consentendo di ridurre i consumi medi a 4 litri per 100 chilometri. La trazione è ottimizzata dal dispositivo Advanced Grip Control, che tiene bene sotto controllo tutte le situazioni di marcia.

Molto notevole anche la strumentazione digitale del nuovo Peugeot 3008 GT: segnaliamo soprattutto la doppia mappa leggibile sia dietro al volante che sul touch screen centrale e l?i-Cockpit. Il volante è estremamente ergonomico, gli abitacoli estremamente confortevoli sia per il guidatore che per i passeggeri, con aeratori posteriori per regolare il clima automatico bizona e il diffusore di fragranze. A questo si aggiungono un tetto in vetro apribile elettricamente e un capientissimo bagagliaio.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009