Tutto sulle catene da neve e le nuove normative

Di , scritto il 30 Ottobre 2018

Se possedete l’auto da un po’ di tempo lo sapete, nel periodo che va dal 15 novembre al 15 di aprile siete obbligati a montare pneumatici invernali o in alternativa, avere con voi le catene da neve. Il codice della strada con la legge n°120 del 29 luglio 2010 ha permesso ai gestori del traffico stradale di imporre appunto agli automobilisti le catene o gli pneumatici invernali durante questo arco di tempo quando c’è bisogno di percorrere alcuni tratti stradali. Un obbligo che, se non viene rispettato, può costare dagli 80 ai 318 euro.

Usare poi le ruote fuori dal periodo indicato porta a una più facile usura delle gomme. Motivo in più per usare le gomme invernali solo in inverno.

Non sono certo poche le strade italiane che richiedono appunto le catene da neve per percorrerle. Dove c’è il segnale di catene devono essere montate così da poter percorrere il tratto di strada con neve o ghiaccio. Allo stesso tempo comunque sia sussiste l’obbligo di controllare che gli pneumatici siano in buone condizioni e possano garantire l’efficienza.

Con le regole del 1 ottobre 2015 comunque sono cambiate diverse cose e non mancano i nuovi obblighi scattati sempre relativamente agli pneumatici per la stagione fredda. Occorre che cerchioni e gomme  siano in rispetto dell’omologazione italiana NAD oppure quella europea UNECE 124. E’ possibile perciò montare ruote di dimensioni diverse rispetto a quelle indicate all’interno del libretto di circolazione, purché comunque rispettino i parametri di omologazione. E’ una legge italiana ma le regioni possono decidere autonomamente come rapportarsi a lei.

Come funziona l’obbligo di omologazione ruote?

Secondo l’obbligo le ruote omologate possono essere le uniche vendute in Italia. E’ perciò obbligatoria sia per le auto che per i fuoristrada. E’ possibile non sottostare all’omologazione italiana ma in quel caso è obbligatoria l’omologazione europea ENECE 124. Questo e il marchio italiano NAD, devono essere presenti sulla ruota e ben leggibile.

Con l’omologazione NAD deve esserci anche il certificato di conformità del costruttore oltre che del gommista che la monta. Con l’omologazione UNECE questo non è obbligatorio.

Cosa accade per chi non usa le catene da neve e gli pneumatici invernali quando previsti?

Per concludere vi parlo di sanzioni, le quali non devono essere ignorate. Sono infatti previste delle multe per chi non monta le catene da neve o non usa gli pneumatici invernali. Nei centri abitati le multe sono di circa 41 euro, nelle autostrada si parte da 80 e si arriva a 318 e in tutti gli altri casi sono 84 euro di multa.

Ciò che deve spingervi a montarle però non è solo la paura della multa ma soprattutto un senso di responsabilità verso gli altri. Non basta infatti saper guidare bene e avere una macchina appena revisionata per essere sicuri. Occorre tenere in considerazione delle quattro ruote, che non siano sbagliate e perciò adatte alla stagione.

Ricordatevi poi che le catene sono di grande aiuto sui fondi molto scivolosi e perciò fondamentali da avere con se, anche se la legge non fa distinzione tra catene da neve e pneumatici invernali.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloMotori.it – Il mondo delle auto e dei motori supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009