Home » Vespa Piaggio, presentato il modello più bello della storia: non crederai ai tuoi occhi

Vespa Piaggio, presentato il modello più bello della storia: non crederai ai tuoi occhi

La Piaggio ha presentato il suo nuovo modello di Vespa, e, come sempre, è un evento. Scopriamone insieme il design, le caratteristiche tecniche, tutto ciò che può rendere orgogliosi esserne i possessori. 

Le aspettative, al momento dell’uscita di un nuovo esemplare di vespa, sono sempre state molto alte. Il marchio, del resto, con tutta la sua storicità, non ha mai deluso l’utente medio, e anzi ha sempre ricercato le soluzioni più confacenti elle esigenze di tutti.

Alcuni dei modelli di Vespa che hanno fatto storia.

Fin dai tempi del lancio della prima Vespa della storia, la corrispondenza con gli interessi popolari, di avere a portata di mano un mezzo pratico, economico, e versatile, per potersi muovere in tutta libertà e versatilità, aveva ottenuto un successo strepitoso a dir poco. Non è un caso se oggi, la Vespa piaggio, è da considerarsi una vera e propria icona tra gli scooter, a livello mondiale.

E non solamente ha messo la firma sulla storia degli scooter, ma anche su quella del design made in Italy. Come non distinguere, infatti, il design della mitica Vespa, quello stesso design che ha fatto sognare diverse generazioni? Del resto, il boom di vendite, ai tempi del suo debutto, non si ebbero solamente in Italia, ma in tutto il mondo.

Tornando sull’aspetto del design, seppur il medesimo sia cambiato, evolvendosi nel corso degli anni, il cambiamento si traduce in piccoli ritocchi. Vi è sempre la fedeltà rispetto al design originario, quello ideato nel 1946 dall’ingegner Corradino D’Ascanio.

La Vespa, non accenna neppure a passare di moda, e il fatto stesso che diverse edizioni abbiano registrato dei livelli di vendita davvero spropositati, anche più di recente, ci aiuta a capirlo.

 

La reinterpretazione del nuovo modello

La nuova Vespa piaggio, dal design esclusivo, appena presentata.

Quanto al nuovo modello, esso è, sul piano del design, un’ulteriore reinterpretazione del design originario di cui discusso poc’anzi. Si presenta in una variante dotata di una veste in color nero opaco, dall’effetto davvero suggestivo. Salta subito allo sguardo anche la sella in ecopelle resistente all’acqua, di colore rosso carminio, nella quale anche le cuciture sono della stessa tinta.

Se, a proposito del design, in fase d’apertura si è parlato di “veste”, non è un caso. Infatti, la parte frontale della Vespa, consistente nel suo scudo, sotto al manubrio, presenta un particolare e delizioso effetto da “vestito gessato”, proprio come se fosse rivestita di un capo d’abbigliamento.

Il modello è stato elaborato nell’Officina Garage Italia Customs, a Milano. E’ dotato di un motore da 125 cc a tre valvole. La velocità che riesce a raggiungere è di 91 Km/h.

Riguardo al consumo di carburante, la nuova Vespa raggiunge livelli avanzatissimi, con ben 44 Km percorribili con un litro.

Il modello è un esemplare, almeno per il momento, unico (e perlomeno in questa variante), dato che è stato creato appositamente come premio della ventiduesima edizione della targa “Rodolfo Bonetto”.